Alluvioni

Ultimi contenuti per il percorso 'Alluvioni'

Vicinanza alla città di Livorno, colpita dall'alluvione, ma anche l'invito a vigilare perché tutti i soggetti – pubbliche amministrazioni, associazioni di volontariato, cittadini – collaborino fattivamente alla cura del territorio. Sono le parole dei vescovi toscani, nel comunicato finale del lavori di lunedì 18 settembre. Ecco il testo integrale della nota.

«Respingo con decisione le dimissioni di Tommaso Tafi da mio portavoce. In questi giorni difficili per la città e per i livornesi, l'intera macchina amministrativa ha lavorato sotto pressione come mai prima d'ora e un errore può capitare a chiunque». È quanto afferma il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin in una nota.

«Rivolgo il mio pensiero ed esprimo la mia spirituale vicinanza a quanti soffrono a causa dell’alluvione che ha colpito il territorio di Livorno. Preghiamo per i morti, i feriti, per i rispettivi familiari e per quanti sono nella prova». Sono le parole con cui il Papa ha concluso i saluti ai fedeli di lingua italiana, tradizionale momento di congedo dall’appuntamento del mercoledì in piazza San Pietro.

Recuperato oggi il corpo anche dell'ottava vittima del nubifragio. Da Livorno, dove oggi è tornato in visita alle zone colpite, il presidente della Toscana torna a chiedere poteri straordinari per mettere in sicurezza il territorio. Prima stima dei danni. Ecco l’elenco delle opere che erano già state fatte e che sono anche al centro delle indagini della magistratura. Le casse di espansione sul Rio Maggiore, quello che ha causato i maggiori danni, si sono dimostrate insufficienti al loro primo impiego.