Clima

Ultimi contenuti per il percorso 'Clima'

«La nostra dipendenza dai combustibili fossili sta spingendo l’umanità sull’orlo del precipizio». È il «grido» di allarme lanciato dal segretario generale dell’Onu Antonio Guterres alla Cop26 a Glasgow. Quali sono le prospettive che abbiamo? E quale il ruolo dell’Italia? Lo abbiamo chiesto a Ermete Realacci, ambientalista e presidente della Fondazione Symbola

Anche la Colombia è nella morsa del maltempo e dei cicloni tropicali, a cominciare dal più recente, l’uragano Iota, classificato a forza 4, che ha lambito le coste caraibiche, ma ha, soprattutto, investito in pieno le isole di San Andrés e Providencia, che si trovano di fronte al Nicaragua ma sono territorio colombiano.

Si chiamava Dumitru, aveva 49 anni: è la prima persona morta per il freddo nelle strade di Firenze in questo 2020. È stato trovato il primo gennaio, intorno alle 23, in via Santa Caterina d'Alessandria, sul marciapiede davanti all'ingresso dell'Agenzia delle Entrate. L'uomo, senza fissa dimora, è stato identificato dalla Polizia grazie al documento che aveva con sè, una carta di identità rilasciata in Romania. Un episodio drammatico, nonostante il servizio di Accoglienza invernale che a Firenze mette a disposizione 150 posti letto. Dal Comune l'invito a segnalare persone in difficoltà.

«Non vedo l'ora di darvi il benvenuto al Consiglio europeo di dicembre, la mia prima riunione del Consiglio europeo come presidente». Charles Michel, belga, neo presidente del Consiglio europeo (ha raccolto il testimone dal polacco Donald Tusk) dà il benvenuto, con una lettera formale, ai capi di Stato e di governo che il 12 e il 13 dicembre giungeranno a Bruxelles per il summit, in coincidenza con le elezioni nel Regno Unito. 

«Gli impegni attuali presi dagli Stati per mitigare e adattare il cambiamento climatico sono lontani da ciò che è necessario per raggiungere gli obiettivi stabiliti dall'Accordo di Parigi». E' quanto denuncia il Papa, nel messaggio inviato ai partecipanti alla Conferenza sul clima del Nazioni Unite (Cop 25), in corso a Madrid fino al 13 dicembre, e letto dal cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, all'apertura dei lavori. 

L'emergenza climatica al centro del briefing di oggi, relativo all'ultimo giorno in cui si sono riuniti i Circoli minori. Da domani si lavora per il documento finale del Sinodo per l'Amazzonia. «Bisogna osare», la proposta dal Congo per risolvere il problema della mancanza di sacerdoti. A prendere la parola anche la «paladina» brasiliana delle vittime delle dighe.

In continuità con il Sinodo sui giovani del 2018, al Sinodo per l'Amazzonia si è riflettuto sull'importanza del protagonismo giovanile nell'ecologia integrale, con l'esempio della giovane attivista svedese Greta Thunberg e dell'iniziativa «Lo sciopero per il clima». A riferirlo è Vatican news, a proposito dei contenuti della seconda Congregazione generale, svoltasi ieri pomeriggio.