Mare

Ultimi contenuti per il percorso 'Mare'

Una elaborazione di Greenpeace effettuata su immagini satellitari rivela che la contaminazione di idrocarburi rilasciati dalla collisione tra il portacontainer Virginia e il traghetto Ulysses, circa trenta chilometri a nord ovest di Capo Corso, in pieno Santuario dei Cetacei, riguarda ormai un'area superiore ai 100 chilometri quadrati. Le immagini mostrano infatti che l'area interessata dalla contaminazione è passata dai circa 88 chilometri quadrati dell'8 ottobre ai 104 chilometri quadrati di ieri, 9 ottobre.

L'affascinante memoria di Luca Pellegrini, diario che dal 1831 al 1850 ci racconta il mondo dal ponte di un veliero sulle rotte del mediterraneo che portano ad Amsterdam fino all'Africa e al Sud America vince la 34^ edizione del Premio Pieve Saverio Tutino, il concorso per scritture autobiografiche inedite organizzato dall'Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano.

«Più di 100 persone, tra cui almeno 20 bambini, sono morte in un naufragio al largo delle coste libiche una settimana fa». Lo denuncia Medici Senza Frontiere (Msf) con una nota in cui si segnala che sarebbe avvenuto tra il 1° e il 2 settembre. I naufraghi hanno avvisato la Guardia Costiera italiana ma i soccorsi sono arrivati tardi.i

«Prendersi cura delle fonti e dei bacini idrici è un imperativo urgente». Lo scrive Papa Francesco nel messaggio per la IV Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, che la Chiesa cattolica celebra oggi, 1 settembre, in unione con i fratelli e le sorelle ortodossi, e con l’adesione di altre Chiese e Comunità cristiane.

Sono 100 i migranti della Nave Diciotti che questa sera arriveranno al Centro Mondo Migliore (Rocca di Papa) e saranno subito accolti in un'ala separata della struttura dove già sono ospiti 300 persone di 35 nazionalità del mondo. «Verrà attivato il protocollo sanitario e la presa in carico dal punto di vista socio-psicologico», spiega al Sir il direttore della cooperativa San Filippo Neri che gestisce per conto della Auxilium i servizi di accoglienza nel Centro.

La diocesi di Firenze, come altre diocesi italiane nei giorni scorsi «ha subito dato la disponibilità ad accogliere i migranti della nave Diciotti». L'offerta è stata manifestata tramite la Caritas diocesana che da molti anni si occupa direttamente di centinaia di migranti sul territorio, in collaborazione anche con le parrocchie.