Mare

Ultimi contenuti per il percorso 'Mare'

La nave della Ong Sos Mediterranée, con il supporto a bordo di Medici senza frontiere, ha lasciato il primo agosto il porto di Marsiglia per recarsi di nuovo nella zona Sar (Search & rescue), ossia le acque internazionali dove avvengono più di frequente i naufragi. A sostegno della sua azione c'è una lettera aperta firmata da oltre 500 personalità di tutta Europa.

Potenziare i controlli sul sistema delle cooperative che si occupano di migranti in Italia e favorire le realtà che lavorano in maniera onesta e trasparente. Lo chiede l'Unione europea delle cooperative (Uecoop). Secondo l'indagine Uecoop/Ixè, il 57% degli italiani ha un'opinione poco o per nulla positiva sulle cooperative di accoglienza dopo gli scandali che hanno coinvolto diverse realtà dalla Campania al Veneto, dalla Lombardia alla Sicilia, dalla Basilicata alla Calabria.

«Il salvataggio delle vite in mare è un atto fondamentale da cui l'Italia non si è mai tirata indietro e mai lo farà». Lo ha affermato il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, nel corso della cerimonia di consegna del Ventaglio da parte dell'Associazione stampa parlamentare. Tra i temi affrontati, il taglio dei vitalizi, le riforme istituzionali, il caso Regeni, la situazione delle carceri, i beni comuni come l'acqua e la legge sulla Rai.

La piccola Josephine, proveniente dal Camerun, è rimasta due giorni in mare attaccata ad un pezzo di legno prima che i volontari di Open Arms la salvassero nel mare davanti alla Libia. Se mi ritengo persona umana dinanzi allo sguardo di Josephine, posso ancora dormire nel mio letto, sfamarmi, godermi relazioni di amicizia e pensare alle vacanze?

«Invertire la politica dell'immigrazione da difensiva a propositiva. Corridoi umanitari per le popolazioni in guerra; progetti di aiuto alle nazioni interessate dell'Africa». È quanto propone in una lettera aperta al ministro Matteo Salvini don Vinicio Albanesi, presidente della Fondazione «Caritas in veritate» e della Comunità di Capodarco.