Mare

Ultimi contenuti per il percorso 'Mare'

«Mentre gli Stati europei hanno aumentato le misure per controllare l’accesso ai loro territori, chi cercava protezione internazionale in Europa ha compiuto viaggi ancora più pericolosi, attraverso contrabbandieri o percorsi alternativi, per raggiungere le destinazioni agognate». È quanto si legge sulle pagine del rapporto «Viaggi disperati», appena pubblicato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr). 

(Bruxelles) «A gennaio sono stati individuati 8.300 immigrati irregolari sulle quattro principali rotte migratorie verso l’Ue, in calo del 7% rispetto a un anno fa». Una nota di Frontex pubblicata oggi fa il punto sugli arrivi nel mese scorso in relazione a Mediterraneo centrale, occidentale, orientale e Balcani occidentali. 

La Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei), la Fondazione Migrantes – organismo della Conferenza episcopale italiana (Cei) – e la parrocchia di San Gerlando di Lampedusa hanno sottoscritto un accordo di fraternità ecumenica per l’apertura sull’isola di un «infopoint» per i richiedenti asilo e i migranti.

Sarebbero almeno 50 le vittime dell’affondamento, avvenuto ieri, di un gommone di migranti al largo delle coste libiche. La guardia costiera di Tripoli non ha ancora diffuso dati ufficiali e lascia intendere che le persone annegate, provenienti da Paesi africani e dirette verso l’Europa, potrebbero essere molte di più.

Si celebrerà domenica 14 dicembre la Giornata mondiale del migrante e rifugiato 2018. A tema il Messaggio di Papa Francesco «Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare i migranti e i rifugiati». Per don Gianni De Robertis, direttore generale della Fondazione Migrantes, la Giornata è «una occasione di crescita per tutte le comunità cristiane». Su ius soli: «Cammino deve continuare».