Arte

Ultimi contenuti per il percorso 'Arte'

I dati Istat sulla speranza di vita in Italia destano una qualche sorpresa se rapportati ai singoli territori. Chi avrebbe pensato che in Toscana, regione dove si vive più a lungo che in altre parti d'Italia (paese comunque tra i primi al mondo per durata della vita), il primato di longevità se lo aggiudichi la città capoluogo, cioè l'area più densa e trafficata?

«Il Campanile di Giotto – Studi e ricerche per la conservazione» è il titolo del convegno internazionale organizzato a Firenze dall’Opera di Santa Maria del Fiore nei giorni 15 e 16 novembre 2018 presso l’Antica Canonica di San Giovanni (Piazza San Giovanni 7). 

«L’acqua vetturale della natura» scrive Leonardo da Vinci in quel Codice Leicester che fino al 20 gennaio 2019 è esposto nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi a Firenze. Ossia afferma che è proprio l’acqua a svolgere ed aver svolto da sempre la funzione di motore vero e proprio dell’evoluzione del pianeta. Tutto il manoscritto, 36 fogli, 72 pagine, è fitto di appunti, riflessioni, teorie e straordinari disegni per illustrarci i concetti esposti, e la protagonista indiscussa del prezioso testo, acquistato nel 1994 da Bill Gates, è l’acqua. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci a Firenze è anteprima di assoluta grandezza delle celebrazioni leonardiane che si svolgeranno in tutto il mondo nel 2019 in occasione dei 500 anni dalla morte (2 maggio del 1519) di una delle figure-icona della storia dell’umanità.

«La nuova illuminazione, curata anche da un punto di vista scientifico, permette di ammirare e meglio comprendere il valore universale dell'opera di Michelangelo. La ‘Pietà', infatti, è la fede di Michelangelo scolpita sul marmo». Con queste parole il card. Angelo Comastri, presidente della Fabbrica di San Pietro spiega la nuova illuminazione grazie alla quale il celebre capolavoro di Michelangelo può godere da ieri di nuova luce.

L’Opera di Santa Maria del Fiore rappresenta una realtà unica nella conservazione e valorizzazione di un patrimonio artistico straordinario, che da anni viene arricchito anche con l’organizzazione di concerti, come la rassegna Note al Museo, che si svolge nella spettacolare Sala del Paradiso del Museo dell’Opera del Duomo. Nata per l’inaugurazione del Nuovo Museo nel 2015,  si è imposta all’attenzione degli appassionati di musica per l’elevata qualità artistica, la varietà e la particolarità delle proposte, diventando un evento irrinunciabile che regolarmente registra il sold out.

Per il suo millenario, la basilica di San Miniato al Monte si illumina di nuova luce. L’evento inaugurale aperto al pubblico, durante il quale saranno presentati i nuovi scenari d’illuminazione, è fissato per il prossimo 18 ottobre 2018. L'abate Bernardo: «Un progetto capace di esaltare e sottolineare, con elegante discrezione, attraverso la luce, la bellezza artistica di San Miniato»