Arte

Ultimi contenuti per il percorso 'Arte'

Pur non essendo fra i luoghi più visitati di Firenze, sia la chiesa di Sant'Ambrogio che piazza dei Ciompi sono ricchi di storia e testimoni di antiche tradizioni del passato. La chiesa di Sant'Ambrogio fu fondata nel VII secolo, nel luogo che ospitò Sant'Ambrogio durante il suo soggiorno fiorentino. Qui nel 1230 ebbe luogo il miracolo dell'eucarestia. Il miracolo fece crescere il fervore religioso popolare, così la chiesa venne ingrandita e, nel Quattrocento, vennero incaricati Mino da Fiesole e Matteo Rosselli per la realizzazione di un meraviglioso tabernacolo eucaristico in marmo e degli affreschi con la storia del miracolo, ancora presenti in chiesa. Qui inoltre trovarono sepoltura molti artisti, fra questi Verrocchio, il Cronaca e Mino da Fiesole.

La mostra è dedicata ad uno dei più grandi maestri del Rinascimento fiorentino, Andrea Verrocchio, nella cui bottega, attiva nella seconda metà del Quattrocento, si formarono grandi artisti, fra cui Leonardo da Vinci. L'esposizione ospita oltre 120 fra dipinti, sculture e disegni provenienti dai più importanti musei e collezioni del mondo. Si possono ammirare i capolavori di Verrocchio e le opere capitali dei maggiori artisti del secondo Quattrocento, Botticelli, Perugino e Ghirlandaio. La mostra permette di ricostruire la formazione di Leonardo e la produzione artistica fiorentina all'epoca di Lorenzo il Magnifico.

Mentre l'originale di Andrea Pisano è in restauro fiorentini e turisti possono ammirare la copia realizzata con le stesse tecniche e maestria dell’originale di 700 anni fa. Alla Santa Messa in Duomo celebrata dal Cardinale Betori, erano presenti le autorità civili e militari e anche il neo Presidente della Fiorentina con la famiglia, Rocco Commisso.

Stasera, alle 18.30, nell'aula magna del Seminario, a San Miniato, l'Unione cattolica artisti italiani (Ucai) consegnerà allo scultore non vedente Felice Tagliaferri la Stella dell'arte per le arti visive. Introdurrà l'incontro Fabrizio Mandorlini, presidente Ucai San Miniato, interverrà mons. Andrea Migliavacca, vescovo di San Miniato, porterà un saluto conclusivo il sindaco di San Miniato, Simone Giglioli.

«Furto, venerdì scorso, nella chiesa di Caldana intitolata a San Biagio. In pieno giorno, ignoti si sono introdotti nell'edificio sacro, sono riusciti a disattivare l'allarme, hanno trovato e preso le chiavi delle teche della cappellina del Crocifisso e hanno portato via alcuni oggetti sacri». Lo rende noto oggi la diocesi di Grosseto.

La chiesa di Santa Maria Novella è una chiesa dell’ordine domenicano, costruita a partire dal 1279. L’interno ha un aspetto gotico con archi a sesto acuto e vetrate istoriate, la facciata invece è rinascimentale, una delle poche facciate antiche di Firenze, progetta da Leon Battista Alberti e finanziata dal ricco mercante Giovanni Rucellai nel 1470. La chiesa conserva numerose opere, fra cui il Crocifisso dipinto di Giotto, quello ligneo di Brunelleschi, la Trinità di Masaccio e gli affreschi di Domenico Ghirlandaio. Oltre alla chiesa si visitano il museo dove sono cnservati gli affreschi di Paolo Uccello e il Cappellone degli Spagnoli.

La mostra è dedicata ad uno dei più grandi maestri del Rinascimento fiorentino, Andrea Verrocchio, nella cui bottega, attiva nella seconda metà del Quattrocento, si formarono grandi artisti, fra cui Leonardo da Vinci. L’esposizione ospita oltre 120 fra dipinti, sculture e disegni provenienti dai più importanti musei e collezioni del mondo. Si possono ammirare i capolavori di Verrocchio e le opere capitali dei maggiori artisti del secondo Quattrocento, Botticelli, Perugino e Ghirlandaio.