Amci

Ultimi contenuti per il percorso 'Amci'

E' attesa per il 24 settembre la probabile pronuncia della Corte costituzionale in materia di suicidio assistito. Dalle associazioni cattoliche un fermo no a questa pratica e ad ogni forma di eutanasia, e l'auspicio che il nuovo governo investa nelle cure palliative, rafforzandole e garantendone l'accesso a tutti. L'11 settembre un incontro di riflessione a Roma con il card. Bassetti.

Mentre la Camera vota la fiducia al ddl sulle unioni civili, da più parti nel mondo dell'associazionismo cattolico si levano voci di protesta sia per la scelta del governo di porre la fiducia che per l'impianto setsso della legge. Ecco le opinioni di Mcl, Ugci, Amci, Azione cattolica e Forum delle famiglie raccolte dall'Agenzia Sir.

«Riumanizzare la medicina significa confrontarsi con il tema del fine vita e della morte e confrontarsi con la spesso inaccettabile sconfitta di una medicina tecnologica che vuole essere onnipotente». Lo afferma Filippo M. Boscia, presidente nazionale dell'Associazione medici cattolici italiani, intervenendo sul caso Careggi.

«La vicenda sta mettendo in luce, se ancora ce ne fosse bisogno, l'ennesimo caso di progressivo svuotamento fino all'annullamento di quel rapporto di alleanza di cura tra medico e paziente, ma soprattutto ancora oggi privilegiato». Così il presidente e il vice presidente dell'Amci (Associazione medici cattolici italiani), Filippo Boscia e Giuseppe Battimelli, scrivono in una nota a proposito della libera vendita in farmacia senza prescrizione medica della cosiddetta pillola dei 5 giorni dopo.