Azione Cattolica

Ultimi contenuti per il percorso 'Azione Cattolica'

«Maria non si perde in tanti ragionamenti, non frappone ostacoli al Signore, ma con prontezza si affida e lascia spazio all'azione dello Spirito Santo. Mette subito a disposizione di Dio tutto il suo essere e la sua storia personale, perché siano la Parola e la volontà di Dio a plasmarli e portarli a compimento». Lo ha detto Papa Francesco affacciandosi dal Palazzo apostolico vaticano per recitare l'Angelus con i fedeli e i pellegrini giunti, ieri, in Piazza San Pietro, nella solennità di Maria Immacolata.

«Light up. Ragazzi in sinodo», tre giorni di lavori, conclusi oggi alla Fraterna Domus di Sacrofano (Roma) in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dell'Azione cattolica ragazzi. Il presidente dell'Ac, Matteo Truffelli si è soffermato, a margine dell'iniziativa, anche sul manifesto per la costruzione di un nuovo soggetto politico d’ispirazione cristiana e popolare, presentato nei giorni scorsi.

Sono tanti i ragazzi che hanno vissuto, in queste settimane, giorni di gioco e riflessione,  amicizia e preghiera durante i campi scuola Acr (Azione cattolica ragazzi) nella casa diocesana del Cernitoio. Quest’anno l’estate è stata arricchita dalla conoscenza della figura biblica di Giuseppe, il figlio prediletto di Giacobbe.

«Il primo nome dei cristiani è fratelli l’unità della Chiesa è una condizione imprescindibile per decidere cosa fare ora nella storia». Lo ha detto oggi a Chianciano Terme mons. Stefano Manetti, vescovo di Montepulciano-Chiusi-Chianciano, nell’omelia della Messa celebrata in apertura della seconda giornata del convegno «Un popolo per tutti. Riscoprirsi fratelli nella città», promosso dall’Azione cattolica.