Azione Cattolica

Ultimi contenuti per il percorso 'Azione Cattolica'

«Fino a quando il popolo afghano dovrà sopportare questa disumana violenza?». Con queste parole, dopo la recita dell’Angelus di ieri, il Papa ha citato «la dolorosa notizia della terribile strage terroristica compiuta nella capitale Kabul, con più di cento morti e numerosi feriti» e l’altro «grave attentato» di pochi giorni fa, che sempre a Kabul «aveva seminato terrore e morte in un grande albergo».

Sarà nel solco della celebrazione del 150° anniversario della fondazione dell’Azione Cattolica italiana il convegno nazionale degli assistenti regionali, diocesani e parrocchiali di Ac, Fuci, Meic e Mieac, intitolato non a caso «Memoria del futuro. Da 150 anni il prete a servizio dell’Ac», che si svolgerà dal 29 gennaio al 1° febbraio ad Assisi, presso Casa Leonori.

Erano più di 300 i responsabili e gli assistenti dell’Azione Cattolica dei ragazzi arrivati stamani da tutta Italia per partecipare a Roma alla due giorni «Ascoltare per camminare. L’Acr per un nuovo protagonismo di tutti i battezzati», il seminario di programmazione promosso dall’Azione Cattolica e in corso oggi e domani al Pontificio Collegio Spagnolo.

«La povertà è ancora un dramma che sottrae diritti e futuro a una quota rilevante della popolazione nel nostro Paese. I segnali di ripresa economica, pure importanti, non devono fare dimenticare che in Italia vivono in povertà assoluta 4,75 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione». È quanto scrivono Acli, Azione Cattolica italiana, Caritas Italiana, Comunità di Sant’Egidio e la Federazione nazionale Società di San Vincenzo de’ Paoli nell’appello «Per uscire davvero e tutti dalla crisi» in cui definiscono la lotta alla povertà una «priorità per il Paese».