Fism

Ultimi contenuti per il percorso 'Fism'

“Non ci siano discriminazioni nei confronti delle scuole paritarie, come purtroppo è avvenuto con il decreto sostegni approvato la scorsa settimana. Il Governo Draghi ha dimostrato più volte di credere nella scuola e nell’istruzione come pilastri per far ripartire il nostro paese dopo la crisi economica e sociale dovuta al Covid: chiediamo perciò che il sistema scolastico venga preso in considerazione nella sua interezza e nella sua ricchezza”. A chiederlo oggi è l’Agorà della Parità mentre è in discussione il decreto sostegni bis, con la cifra da destinare alla scuola per la partenza dell’anno scolastico 2021-2022. 

Parte lunedì 19 aprile la mobilitazione nazionale promossa dalla Federazione italiana scuole materne per chiedere “un piano di investimenti strutturale e adeguato nella dotazione che, anche nell’ambito delle applicazioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza e di ogni altra dotazione finanziaria ritenuta necessaria, sostenga l’intero segmento educativo e scolastico zero–sei” anni, “in particolare per le scuole dell’infanzia no profit, dato il servizio pubblico che da decenni svolgono”

“Il presidente della Conferenza episcopale italiana, nell’introduzione odierna ai lavori del Consiglio permanente, ha colto una conseguenza veramente importante della ‘frattura sanitaria’ in corso: quella ‘educativa’, tema del resto da molti anni al centro della riflessione della Chiesa italiana”.

“Non solo tutti i bambini godono di diritti, ma devono essere continuamente salvaguardati. Una tutela che costituisce da quasi mezzo secolo la preoccupazione della Fism, la Federazione italiana scuole materne, che coinvolge circa 9.000 scuole paritarie no profit e servizi educativi accreditati, mezzo milione di bambine e bambini oltre 40mila dipendenti”.

“Se ci fosse un’esigenza nel territorio, non c’è mai stata preclusione da parte della scuola cattolica di aprire gli spazi a necessità. Nel caso di scuole dismesse, mi sembra solo doveroso renderci attenti a queste problematiche. In altri casi, avendo le nostre scuole luogo in spazi storici, particolarmente ampi, questo permetterà di poter gestire in sicurezza gli spazi, dando la possibilità ai nostri bambini e ragazzi di tornare a scuola rispettando le distanze”. Lo assicura al Sir la presidente della Fidae, Virginia Kaladich, in vista della prossima riapertura delle scuole a settembre, che dovrà fare i conti con la questione di maggiori spazi per il rispetto delle misure sul distanziamento sociale.

Un incontro proficuo con il ministro Gualtieri. Si è svolto ieri, presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, un incontro molto cordiale e proficuo tra le Associazioni delle scuole paritarie, Agidae, Agesc, Cdo Opere educative, Fidae, Fism, Msc Fidae, e il ministro Roberto Gualtieri al quale al sono state sottoposte alcune tematiche centrali relative alla chiusura – per le scuole paritarie no profit – dell’anno scolastico 2019-20 e alla riapertura a settembre per il 2020-21. 

Presentato oggi da Leonardo Alessi, presidente di Fism Toscana, Cristina Grieco, assessore regionale all’Istruzione, Sara Funaro, assessore del Comune di Firenze, Sara Pagliai, coordinatrice Agenzia Nazionale Erasmus+Indire, il primo «Erasmus+» realizzato in Toscana che ha come obiettivo i bambini da 0 a 6 anni che vivono in contesti emarginati