Focsiv

Ultimi contenuti per il percorso 'Focsiv'

“La pandemia ha incrementato le diseguaglianze tra i Paesi. Ad iniziare dalla diffusione dei vaccini per il Covid-19, che sono per molti ma non per tutti”. Lo afferma oggi una nota di Caritas italiana e Focsiv, nell’ambito della Campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano”. 

È stata prorogata ad aprile 2021 la conclusione della campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano” promossa da Caritas italiana e Focsiv per sostenere 64 progetti nati nell’ambito delle Chiese e Caritas locali e delle Ong in 45 Paesi di Europa dell’Est, Asia, Africa, Medio Oriente e America Latina. 

La cultura della cura, “per una società pacifica e coesa”, è il tema che mette in evidenza questo mese la Campagna Caritas-Focsiv “Dacci oggi il nostro pane quotidiano“, elencando i conflitti che continuano a coinvolgere una settantina di Stati – tra cui Libia, Yemen, Birmania, Iraq, Siria, Pakistan, Nigeria, Africa subsahariana, Medio Oriente, Nagorno-Karabakh, Ucraina, Venezuela – e circa 900 tra milizie, guerriglieri, gruppi terroristici, separatisti, anarchici. Caritas e Focsiv ricordano che le crisi sono “tra loro fortemente connesse, come quella climatica, alimentare, economica e migratoria, che la pandemia ha aggravato, provocando lutti, sofferenze e disagi”. 

Grazie all’accordo sottoscritto ieri dal vicedirettore generale della Fao per i programmi, Daniel Gustafson, e dal presidente di Focsiv, Gianfranco Cattai, durante il Forum Eu Members’ Meeting, presso la sede romana della Fao, giovani volontari italiani italiani saranno impegnati nella lotta alla fame, alla povertà e alla malnutrizione e nella promozione della sicurezza alimentare e dello sviluppo rurale.