Libera

Ultimi contenuti per il percorso 'Libera'

(Bologna) - «C’è una Chiesa che invita a guardare il cielo senza distrarsi dalle responsabilità di questa terra». Così don Luigi Ciotti, dal palco bolognese della XX Giornata della memoria e dell’impegno per le vittime delle mafie, ha rivolto un plauso a papa Francesco, che oggi a Napoli e a Pompei «ha affidato alla Madonna il pensiero per tutte le vittime della violenza, delle mafie, del terrorismo, della guerra». «Una Chiesa - ha aggiunto - che vuole vivere il Vangelo, e il Vangelo non fa sconti a nessuno».

Sono circa 200.000 i partecipanti alla XX Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, che si sta svolgendo a Bologna. Il corteo, aperto dai familiari delle vittime e, subito dietro, numerosi gonfaloni di amministrazioni locali aderenti ad Avviso pubblico, ha raggiunto piazza VIII Agosto, dove sono stati nuovamente letti i nomi delle vittime delle mafie e del terrorismo.

È proprio vero che i giovani di oggi badano soltanto al loro benessere e non sono attenti al sociale? È vero che i giovani di una città come Lucca, mediamente benestante rispetto a molte zone depresse d’Italia, non hanno attenzione verso il mondo che li circonda?
A sentire Riccardo, Luca, Sara e Michele e a vederli nel loro operato, tali osservazioni ricevono una bella smentita.