Misericordie

Ultimi contenuti per il percorso 'Misericordie'

Riorganizzazione delle Centrali operative del 118, al via la fase di transizione, che porterà le Centrali a 6 (due per ogni Area Vasta) entro la fine del 2014. L'assetto definitivo, che si concluderà entro il 31 dicembre 2016, prevede 3 Centrali operative da adibire alle attività di emergenza-urgenza 118, e altre 3 Centrali operative per la gestione dei trasporti sanitari (non di competenza delle Centrali operative 118).

Imitiamo Gesù: lui va per le strade e non ha pianificato né i poveri, né i malati, né gli invalidi che incrocia lungo il cammino; ma con il primo che incontra si ferma, diventando presenza che soccorre, segno della vicinanza di Dio che è bontà, provvidenza e amore. Lo ha detto Papa Francesco, davanti a molte migliaia di aderenti alle Misericordie d'Italia che hanno riempito Piazza San Pietro. Le Misericordie, ha spiegato il Papa, sono un'antica espressione del laicato cattolico e ben radicate nel territorio italiano, e testimoniano il Vangelo della carità....

Le Misericordie sono la più antica forma di volontariato nata a Firenze nel 1244. Proprio pochi giorni fa sono stati celebrati i 770 anni di vita del movimento. Ma non è finita qui. C’è un grande evento al quale si sono preparati i volontari di tutt’Italia: la visita a Papa Francesco questo sabato, 14 giugno. A raccontare qual è lo stato di salute delle Misericordie è Andrea Del Bianco, direttore della Confederazione nazionale.

«Oggi festeggiamo il 770° compleanno della Misericordia di Firenze, ma presto rischiamo di celebrare i funerali di molte Misericordie in Toscana». È il grido d’allarme lanciato dal Presidente della Federazione regionale delle Misericordie della Toscana, Alberto Corsinovi, nel suo intervento all’Assemblea nazionale del movimento, svoltasi stamani in corso a Firenze.

La grande gioia per i 770 anni di vita del movimento delle Misericordie, la preoccupazione per le difficoltà economiche che affliggono il volontariato, l’invito ad avere coraggio per costruire il futuro. Sono i temi centrali della relazione del Presidente nazionale, Roberto Trucchi (foto in calce) all’Assemblea della Confederazione nazionale delle Misericordie d’Italia, svoltasi stamani a Firenze.  Una scelta, quella del capoluogo toscano, non casuale, ma legata proprio ai festeggiamenti per i 770 anni di vita della Misericordia di Firenze, la prima Confraternita nata di uno dei maggiori movimenti di volontariato italiani e di certo il più antico.