Rondine

Ultimi contenuti per il percorso 'Rondine'

Si chiama “Un pensiero per Arezzo” e nasce da tutti coloro che Arezzo la portano nel cuore anche nei luoghi lacerati dal conflitto. Un gesto semplice e spontaneo nato dalla volontà degli ex studenti di Rondine che da trenta diversi Paesi del mondo assistono attraverso i media internazionali alle drammatiche vicende che sta affrontando l’Italia.

“Siamo tutti impreparati ad affrontare questa crisi ma è più che mai necessario sopperire a quella distanza che ci impongono la responsabilità e la legge stringendo con maggior impegno e cura il legame della relazione anche quando è necessario coltivarla virtualmente”. Così Franco Vaccari, fondatore di Rondine Cittadella della Pace, in un video messaggio interviene sulla pandemia di Coronavirus Covid-19.

«Una cultura della pace e della convivenza è indispensabile e va costruita e portata avanti a tutti i livelli: locali, istituzionali, in ambienti laici e religiosi, soprattutto a partire dai giovani e dunque dalla scuola che ha una funzione decisiva in fatto di trasmissione della cultura, della memoria, della responsabilità e dei diritti». È quanto affermato dalla senatrice a vita Liliana Segre, nel suo saluto indirizzato a Rondine Cittadella della Pace che oggi a Roma, presso il Senato della Repubblica, ha presentato il suo Rapporto annuale 2018 nel quale traccia un primo bilancio della campagna globale per la riduzione dei conflitti armati nel mondo.

Un progetto per individuare le criticità di ogni territorio ed elaborare iniziative innovative che tengano conto delle diversità specifiche. È il senso del progetto Itaca, presentato oggi e sostenuto dalla Fondazione Vodafone Italia, nell’ambito di YouTopic Fest, il festival internazionale del conflitto di Rondine, in corso ad Arezzo.