Sant'Egidio

Ultimi contenuti per il percorso 'Sant'Egidio'

Il Natale come un “cantiere”, uno spazio aperto, per fare famiglia con quanti possono non trovare posto e che sono conosciuti durante tutto l'anno dalla Comunità di Sant'Egidio. C'è molta attesa: al fondo, un desiderio di ricominciare a vivere. E si preparano i pranzi di Natale di Sant'Egidio a Firenze, Livorno, Pisa e Lucca. Tutti possono dare una mano

Nella Giornata mondiale delle persone con disabilità, che si celebra oggi 3 dicembre, la Comunità di Sant’Egidio propone “l’incremento, a diversi livelli, di progetti di inclusione sociale che permettano la realizzazione di diritti fondamentali come la casa e il lavoro”: “La pandemia, che ha colpito in modo particolare i più fragili, come gli anziani e i disabili, soprattutto nelle Rsa e in altre strutture, evidenzia il diritto ad essere salvati e a reti di protezione, a partire dalla creazione di ambienti e alloggi a misura d’uomo”.

Lunedì 30 novembre, dalle 17.30 alle 19, si terrà, sul sito e sulla pagina Facebook della Comunità di Sant’Egidio, il webinar internazionale #stand4humanity #nodeathpenalty. Promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, l’evento vedrà la partecipazione di numerose associazioni che si battono per l’abolizione della pena di morte. 

Si svolgerà come tradizione il 25 dicembre, a Santa Maria in Trastevere a Roma, il pranzo di Natale con i poveri organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio. La prima volta è stato il 25 dicembre 1982 con un piccolo gruppo oggi vengono coinvolte circa 60mila persone in un centinaio di città italiane e 240mila in oltre 70 Paesi di tutti i continenti.