Bambini

Ultimi contenuti per il percorso 'Bambini'

“Contrastare il fenomeno del maltrattamento minorile tramite azioni di prevenzione e di cura dei minori maltrattati, favorire i legami familiari e promuovere l’integrazione tra piano terapeutico e piano pedagogico, garantendo l’inclusione sociale dei minori a rischio o vittime di maltrattamento”. Sono questi gli obiettivi principali del bando “Ricucire i sogni”, promosso da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Sono circa 8.000 i bambini e adolescenti toscani che sono risultati positivi al Coronavirus da inizio pandemia a oggi, senza che, per fortuna, vi siano stati decessi. Ma se il virus ha toccato sin qui l’1,5% circa degli under 18 toscani, i disagi per le misure di distanziamento hanno riguardato la totalità dei circa 550.000 bambini e adolescenti della nostra regione. 

“La protezione dei bambini dallo sfruttamento e dagli abusi sessuali è un dovere fondamentale di tutti gli Stati. I governi devono unire le forze a livello internazionale per contrastare efficacemente tutte le forme di violenza sessuale contro i bambini”. Lo affermano a gran voce e uniti i responsabili dei principali organismi che fanno capo al Consiglio d’Europa, in questa sesta Giornata europea per la protezione dei bambini contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali

“Trovo davvero immorale che davanti al dilagare di uno dei reati più aberranti del ventunesimo secolo – e mi riferisco alla surrogazione di maternità, sanzionata penalmente in Italia dalla legge 40 del 2004 – le autorità competenti rimangano colpevolmente inerti”. Lo dichiara in una nota il presidente dell’Accademia italiana del Codice di Internet e dell’associazione Scienza & Vita, Alberto Gambino.

Un pensiero e una preghiera “per tutti i bambini nati prima del termine della gravidanza e per le loro famiglie, che si trovano ad affrontare questa situazione così delicata: a loro vogliamo offrire particolare attenzione e cura in occasione di questa Giornata mondiale a loro dedicata”.

“Bambino buttato nel cassonetto della spazzatura. Una dolorosa notizia di cronaca che arriva da Ragusa. Una madre può dimenticare un figlio, così da non commuoversi? Accade”. Lo afferma don Fortunato Di Noto, presidente di Meter e vicario episcopale per la fragilità della diocesi Di Noto, dopo aver appreso che un bambino, ancora con il cordone ombelicale, è stato trovato buttato – per fortuna salvo e vivo – in un cassonetto di immondizia a Ragusa.