Vita

Ultimi contenuti per il percorso 'Vita'

La Bibbia raccomandava alle donne, dopo il parto, un lungo tempo di attesa e poi un rito di purificazione prima di poter partecipare al culto. Un'usanza giunta fino a tempi recenti e che i nostri anziani ancora ricordano: soprattutto nelle campagne, le donne dovevano ricevere una speciale benedizione al loro ritorno in chiesa. Da cosa nascevano questi precetti? E perché oggi non sono più seguiti?

“Non basta denunciare e chiedere di abolire. Bisogna ripartire, promuovere, mostrare la bussola per orientare il cammino su nuove strade. Il bandolo della matassa? Tutti, tutti insieme dobbiamo ‘gridare’: è uno di noi”! Sì, perché tutto questo ambaradan ha un protagonista indiscusso che viene sistematicamente ignorato: il figlio chiamato all’esistenza dalle tecnologie di riproduzione umana”. Questo l’appello del Movimento per la vita che ancora una volta prende posizione contro la cosiddetta “maternità surrogata”.

"Da ormai trent'anni operiamo in Italia e nelle periferie poverissime del mondo con un sogno. Il grande sogno di tutelare la vita e la dignità umana dei bambini in qualunque parte del mondo ce ne sia bisogno". Scrive così Mauro Barsi, presidente della onlus fiorentina Progetto Agata Smeralda, promuovendo l'iniziativa per Haiti "Un container per la vita". Di seguito riportiamo integralmente la sua lettera.

La Commissione cultura del Movimento per la Vita Italiano ha organizzato il webinar “DDL Zan a che punto siamo?”. Il webinar, condotto da Pino Morandini, magistrato Tar, Vice-presidente MPVI e Coordinatore della Commissione cultura del MpV Italiano insieme a Marco Alimenti, si terrà martedì 29 giugno alle ore 21.

L'Euroassemblea voterà la prossima settimana la relazione che porta la firma del deputato Predrag Fred Matić il cui titolo parla di “situazione della salute sessuale e riproduttiva e relativi diritti nell'Ue, nel quadro della salute delle donne”. Diversi gli aspetti interessanti sottolineati nel testo, che gode di ampio sostegno a Bruxelles. Ma ancora una volta si esalta un inesistente "diritto all'aborto" anziché proclamare e tutelare il "diritto alla vita". 

Padre Manuel Barrios Prieto, segretario generale della Comece, spiega perché i vescovi Ue sono scesi in campo ed hanno redatto un “Position Paper” sulla “Risoluzione Matić”. “La Chiesa - dice - ha una missione molto chiara che è la difesa della vita, soprattutto quando è più vulnerabile e meno protetta. Facciamo quindi riferimento alla vita del nascituro. Ma parliamo anche della vita degli anziani, dei disabili, dei migranti. Di tutte quelle persone che come dice Papa Francesco, tendono ad essere scartate dalla nostra società"

“La vita che si conserva finisce con l’essere un oggetto da museo con odore di naftalina, e questo non aiuta”. Ne è convinto il Papa, che nel videomessaggio – in spagnolo – inviato in occasione del XX di fondazione della “Federación latinoamericana de Colegios de la Compañía de Jesús” (Flacsi) traccia l’identikit dei Collegi

Un altro no per la mamma di Pippa Knight, un’altra porta chiusa al tentativo disperato di Paula Parfitt di salvare la sua piccola che soffre di una rara malattia neurologica, l’encefalopatia necrotizzante acuta. I medici dell’Evelina Children Hospital di Londra, dove si trova in cura la bambina, avevano deciso nel dicembre 2020 di staccare i supporti che la mantengono in vita.