Cooperazione

Ultimi contenuti per il percorso 'Cooperazione'

Oltre 40 anni di attività sul territorio tosco-romagnolo per far fronte al problema della tossicodipendenza e del difficile reinserimento lavorativo dei fragili. La storia della cooperativa Comes - nata a Marradi nel 1982, che oggi, grazie alle sue ramificazioni e quasi 80 dipendenti, assiste circa 150 persone con problemi di dipendenza - sarà al centro di un convegno che si svolgerà domani, 1° dicembre. 

“Chiediamo alla comunità internazionale di aiutare con urgenza il Pakistan, colpito dalle alluvioni che hanno portato vastissima distruzione. Pur apprezzando gli sforzi delle istituzioni governative, dell’esercito pakistano, delle diverse organizzazioni religiose e di tutte persone di buona volontà, ci occorre un più ampio supporto per far fronte all’emergenza e riabilitare le vittime di questo disastro naturale”. È quanto dichiara all’agenzia Fides l’arcivescovo Joseph Arshad, vescovo di Islamabad-Rawalpindi e presidente della Conferenza episcopale del Pakistan, mentre la nazione è alle prese con le disastrose conseguenze delle alluvioni che hanno sommerso un terzo del Paese. 

I militari della Brigata aeromobile Friuli, che compongono il contingente italiano impegnato nella missione Unifil in Libano, hanno donato al centro medico al servizio del comando delle Laf, Lebanese armed forces, 5 tipi di medicinali salvavita, 725 kit di test sierologici per il coronavirus, 510 confezioni di dispositivi di protezione individuale, 36 pacchi di cotone, disinfettante ospedaliero e altro materiale di consumo. 

Domenica 10 ottobre una giornata di trekking, incontro e condivisione nei suggestivi paesaggi del Chianti, per riflettere sul dramma dell’esodo causato da guerre, persecuzioni, miseria che coinvolge oltre 82 milioni di persone nel mondo. Un viaggio assieme ai minori stranieri accolti in Toscana da Oxfam. Sono stati oltre 7.800 gli arrivi in Italia solo nei primi 6 mesi del 2021. 286 quelli accolti in Toscana nel 2020

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha partecipato, ieri, in videoconferenza alla riunione straordinaria del G7. L’evoluzione della situazione in Afghanistan, gli aiuti umanitari, la gestione dei migranti e la lotta al terrorismo sono stati, informa Palazzo Chigi, i punti al centro del suo intervento, in cui ha ringraziato “tutti coloro che stanno contribuendo ad assicurare il buon esito delle operazioni di evacuazione a Kabul, in particolare l’esercito americano, britannico e tedesco”.