Criminalità organizzata

Ultimi contenuti per il percorso 'Criminalità organizzata'

Si è aperto il 13 gennaio il processo Rinascita-Scott contro alcune potenti cosche della ‘ndrangheta calabrese, il più grande degli ultimi decenni. Don Francesco Carlino, parroco nella Locride, parla dell’attesa della gente e dell’impegno nel contrasto alla malavita. La speranza in una Chiesa ancora più coraggiosa e l’idea di un Sinodo regionale per dare al fenomeno della ‘ndrangheta una risposta collettiva e culturale

“La sua azione contro la delinquenza mafiosa fu tragicamente interrotta ma le sue intuizioni sono rimaste nel patrimonio comune di quanti hanno continuato a combatterla”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricorda il gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa in occasione del 38° anniversario dell’uccisione avvenuta a Palermo per mano mafiosa.

Un anno cruciale per combattere le mafie. Così viene descritto il 2020 dalla fondazione Antonino Caponnetto che oggi traccia bilanci e linee future della lotta alla criminalità organizzata. In Toscana a preoccupare, oltre alle attività illecite dei gruppi mafiosi italiani, è l'avanzata della mafie straniere, specialmente di quella nigeriana. 

«C'è da chiedersi: esiste ancora la Napoli dal ‘core' grande e sincero?». Lo ha chiesto, oggi, il cardinale arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe, nell'omelia della messa per la solennità di San Gennaro, patrono della città e della diocesi, durante la quale ha invitato a «fare futuro» per «progettare il nostro domani», vivendo bene il presente in cui «siamo chiamati, uno a uno, ad esercitare le nostre responsabilità, vorrei dire, anzi, la nostra umanità».

In Italia il gioco d'azzardo è una piaga estesa e costituisce uno spazio che fa gola alla criminalità organizzata. Il punto sulla situazione è stato fatto oggi a Torino, nel corso dell'incontro «Azzardo. Fra legislazione nazionale, regionale e regolamentazione degli Enti locali», organizzato al Sermig dalla Consulta nazionale antiusura con la Fondazione San Matteo.