Cultura

Ultimi contenuti per il percorso 'Cultura'

Festa della chitarra al Conservatorio Franci di Siena che da mercoledì 16 a venerdì 18 ottobre ospita l’ultimo appuntamento del Festival delle Sei Corde. Tre giorni di masterclass, concerti, seminari e approfondimenti con ospiti giovani musicisti e grandi Maestri, come Stefano Grondona, uno dei chitarristi più importanti al mondo, nominato da Andrés Segovia come uno dei suoi quattro allievi più significativi. Il festival è un progetto curato da Marco Del Greco, professore dell’Istituto «Rinaldo Franci» di Siena. 

Grande successo per «La Botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra arte e natura», la grande mostra dedicata agli studi e alle intuizioni di Leonardo da Vinci in campo scientifico. Una coinvolgente indagine a tutto tondo sul suo pensiero «sistemico» e sul suo approccio nei confronti del mondo naturale e vegetale:  un punto di osservazione privilegiato per aprirsi ad un discorso contemporaneo sull’evoluzione scientifica e la sostenibilità ecologica.

Domenica 13 ottobre, in occasione della F@Mu 2019 la Giornata delle Famiglie al Museo, a Firenze i Musei del Bargello offriranno a tutti l’ingresso gratuito. Per i Musei del Bargello si tratta di un’opportunità davvero gradita per coltivare e stringere ancor di più il fecondo rapporto di amicizia con i bambini e le famiglie, che potranno – insieme a tutti i visitatori – godere in piena libertà della bellezza e dell’arte custodita al Museo Nazionale del Bargello, a Palazzo Davanzati, alle Cappelle Medicee e a Casa Martelli.

Taglio del nastro per la nona edizione di «Harborea, Festa delle Piante e dei Giardini d’Oltremare» in programma a Livorno dall'11 al 13 ottobre nel parco di Villa Mimbelli (via S.Jacopo in Acquaviva). La manifestazione sarà inaugurata venerdì 11 ottobre alle ore 14.30 alla presenza delle autorità cittadine e del Garden Club, organizzatore insieme al Comune di Livorno della manifestazione. Il taglio del nastro sarà allietato dalle note della fanfara della Marina Militare.

Nel 2019, oltre alla più famosa celebrazione della morte di Leonardo Da Vinci, ricorre un altro importante anniversario, soprattutto per i toscani: i 500 anni dalla nascita di Cosimo I. Tante le iniziative in tutta la regione per capire e ricordare chi fu il primo Granduca di Toscana, come il convegno «Cosimo I e la nascita del Misericordia e Dolce» che venerdì 11 ottobre ore 18,30 organizzano il Comune e il Gruppo Storico all'ex Chiesino di Villa Giamari (via Bicchierai, 1 – Montemurlo) con il patrocinio della Regione Toscana, Provincia di Prato, Azienda Usl Toscana Centro, Ami Prato. Un ritratto di Cosimo I meno conosciuto, che approfondirà e porterà alla luce l'impegno del Granduca a favore della riforma ospedaliera del 1545, che a Prato ebbe come effetto più eclatante l'unificazione dell'Ospedale della Misericordia con quello del Dolce.

Due visite guidate gratuite, a La Sala Grande di Casa Vasari in Firenze e a La Loggia del Mercato Nuovo, la conferenza «Cosimo ed Eleonora: il vetro tra arte e scienza» all’Accademia delle arti del disegno di Firenze e un convegno ad Arezzo per approfondire il rapporto del duca con la città e il suo territorio. Sono gli appuntamenti in programma questa settimana all’interno del calendario delle celebrazioni per il Cinquecentenario dalla nascita di Cosimo I e Caterina de’ Medici promosse da «500 Cosimo Caterina» (tutti gli eventi su www.500cosimocaterina.it).

Celebrare il lato spirituale dell’uomo, ciò che più intimamente lo illumina, in un mondo sempre più secolarizzato. È il senso più profondo da cui scaturisce la mostra «Dalla Gola del Leone» curata da mons. Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo di Firenze, in programma all’Oratorio di Santa Caterina delle Ruote a Bagno a Ripoli (via del Carota, 31). L’esposizione, organizzata dal Comune di Bagno a Ripoli, sarà inaugurata sabato 5 ottobre alle 17.30.

A Siena sabato 5 ottobre, dalle ore 10 alle ore 19, Banca Mps aprirà le porte della Sede storica in Piazza Salimbeni 3, per offrire l’opportunità ad appassionati, cittadini e turisti di visitare gratuitamente uno dei gioielli architettonici della città e una collezione culturale e artistica, che è elemento distintivo, all'interno del panorama bancario nazionale e non solo. Banca Monte dei Paschi di Siena aderisce alla XVIII edizione di Invito a Palazzo. Arte e storia nelle Banche e nelle Fondazioni di origine bancaria, la manifestazione annuale promossa dall’Abi-Associazione Bancaria Italiana, in collaborazione con Acri-Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che mette in mostra, per un'intera giornata, opere d'arte e capolavori conservati nelle sedi storiche delle banche, delle fondazioni e delle casse di risparmio solitamente non accessibili al pubblico.