Cultura

Ultimi contenuti per il percorso 'Cultura'

L’irriverenza di Tomaso Montanari è apparsa fuori luogo per il momento e i toni usati ma le critiche al regista scomparso  di recente possono essere motivate soprattutto a proposito della produzione cinematografica e l’immagine che ha dato di San Francesco in «Fratello sole, sorella luna».

Verrà ribattezzata sala Franco Zeffirelli, lo spazio nel foyer del teatro del Maggio fin ora dedicato a incontri, conferenze e convegni. Si tratta, si spiega dalla fondazione lirica, di «un gesto simbolico che il teatro ha voluto indirizzare al maestro Zeffirelli, a pochi giorni dalla sua scomparsa, e che anticipa il ricordo che gli verrà tributato dal teatro nel prossimo futuro».

«Don Milani e il '68» è il filo conduttore del doppio incontro con Mario Capanna promosso da Ucsi - l'Unione cattolica stampa italiana - Toscana ed Emilia Romagna, in collaborazione con la Fondazione Don Milani, venerdì 21 e sabato 22 giugno rispettivamente a San Donato a Calenzano e a Barbiana.

È morto oggi a Roma, nella sua abitazione, il regista Franco Zeffirelli. Ora che se n'è andato a 96 anni, suscitando emozione in tutto il mondo ci consente qualche riflessione sentita e sincera che di certo non gli toglierà il posto artistico che si è pazientemente costruito e che, dal teatro al cinema, ha reso il suo nome molto noto nei cinque continenti. 

È morto stamani Franco Zeffirelli. Aveva 96 anni. Sceneggiatore, attore, regista, si è spento nella sua casa di Roma. IL feretro sarà esposto lunedì 17 in Palazzo Vecchio, dalle 11 alle 23. Esequie in cattedrale martedì 18 giugno, alle 11, celebrate dal card. Giuseppe Betori. IL RICORDO

C’è un ponte fatto di idee e di arte che da Firenze e da Santa Croce porta direttamente agli Stati Uniti e a New York. Di questo ponte sono simbolo e protagoniste due «Sisters in liberty». Si tratta dell’austera «Statua della Libertà» che illumina il mondo di Frederic Bartholdi, che dal 1886 domina la baia di Manhattan, e l’elegante «Libertà della Poesia» di Pio Fedi, collocata nella basilica di Santa Croce nel 1883 come monumento per il patriota risorgimentale Giovanni Battista Niccolini. Tanto simili nel portamento e nei particolari che ancora è aperto il confronto, tra gli addetti ai lavori, se a ispirare Bartholdi sia stata proprio l’opera di Fedi, ammirata durante la sua permanenza a Firenze.

«Con ispirazione cristiana nella realtà sociale» è il titolo del libro curato dal giornalista Lorenzo Maffei, che ha raccolto tutti gli articoli che Maria Eletta Martini ha scritto in 60 anni sulla rivista lucchese «Regnum Christi». Il volume (Studium Edizioni, pagine 336, euro 29,50) sarà presentato il 31 maggio alle 17.30 a Lucca nella Sala Maria Eletta Martini in via S. Andrea 33: introdurrà la storica Tiziana Noce e poi interverrà Rosy Bindi.

Ancora tre giorni, nelle piazze di Pistoia, da venerdì 24 a domenica 26 maggio, a dialogare sull’uomo. È giunta a un traguardo tondo, il decimo, la rassegna con quel titolo (Pistoia dialoghi sull’uomo) quest’anno orientata al «mestiere di con-vivere» e introdotta, venerdì, da un Enzo Bianchi impegnato a raccontare un avverbio (Insieme) che è anche un sostantivo.