Dante

Ultimi contenuti per il percorso 'Dante'

Le parole della Commedia, il mondo lirico, politico ed emozionale di Dante, perfino il suo profilo inequivocabile fanno parte da sempre del nostro Dna culturale ed espressivo. Tracce e sottotracce del Sommo Poeta sono ben presenti nella contemporaneità, nell'immaginario di tutti come nella vita di ogni giorno, nei luoghi della cultura come nelle strade delle nostre città: è questo il filo conduttore di “Dante 700 - Un ritratto di Dante e i luoghi del poeta nelle fotografie di Massimo Sestini”, la mostra inaugurata oggi, sabato 3 ottobre, dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella Palazzina Gregoriana del Palazzo del Quirinale, per celebrare il VII centenario della morte dell'Alighieri

Un calendario ricchissimo che mette a sistema tutte le principali istituzioni ed enti culturali della città, una collaborazione strettissima che avrà al centro di tutto la figura di Dante Alighieri, di cui nel 2021 ricorrono i 700 anni dalla morte. Il sindaco Dario Nardella e l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, alla presenza del ministro per i Beni culturali e turismo Dario Franceschini e insieme ad enti, associazioni e istituzioni coinvolte, hanno illustrato oggi, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, le principali iniziative che celebreranno la figura del Poeta.

Cittadino di Firenze, e ispiratore della corrente artistica simbolista fra '800 e '900: due aspetti della figura di Dante Alighieri da approfondire in altrettante mostre presentate oggi a Firenze, che si terranno nel 2021, a 700 anni dalla sua morte, al Museo Nazionale del Bargello. Ossia, il luogo dove il 10 marzo 1302 fu emanata la sentenza che condannava il Sommo poeta all'esilio perpetuo.

Si tratta del Polittico di Badia. Il grande museo fiorentino, nell’ambito di un accordo di collaborazione culturale con la città dov’è sepolto il Sommo Poeta, concede anche il ‘San Francesco riceve le Stimmate’, prezioso dipinto del Maestro della Croce 434 e un’opera del 1854 di Annibale Gatti ‘Dante in esilio’.

Una “notte di poesia” dedicata al genio di Dante. E’ in programma domani, sabato 18 luglio, alle 21.30 sul sagrato della chiesa di Borgo Carige (Capalbio, Grosseto) l’incontro organizzato da Fondazione Capalbio. Un appuntamento tra musica e poesia messo in scena dall’attore Stefano de Sando accompagnato, nella seconda parte della serata, da Jole Cannelli (voce) e Leonardo Marcucci (chitarra).