Musei

Ultimi contenuti per il percorso 'Musei'

Due nuovi restauratori entrano nella squadra degli Uffizi. Si tratta di Flavia Puoti, 32enne romana specializzata nel restauro di metalli, vetri, ceramiche e materiali organici, e Maurizio Michelozzi, fiorentino, 46 anni, esperto nella conservazione di disegni, cartoni e pergamene.

Dopo l'appello alla Germania per la restituzione alle Gallerie degli Uffizi del dipinto «Il vaso di fiori» del pittore olandese Jan Van Huysum, trafugato da truppe naziste da Palazzo Pitti nel 1944 e mai reso all'Italia, ieri il direttore degli Uffizi Eike Schmidt ha voluto rivolgersi direttamente alla famiglia tedesca che lo detiene e che, nel corso del tempo, attraverso vari intermediari, ha cercato di rivenderlo allo Stato italiano.

Nel volume appena pubblicato da Cesvot censiti 1.743 enti del terzo settore tra associazioni di promozione sociale (54%), volontariato (33%) e altro (13%). Firenze, Pisa e Lucca le province con il numero più alto di enti. Il 35,7% delle organizzazioni conta tra 1 e 24 volontari, il 61,6% gestisce teatri, cinema, ville e palazzi, il 20,2% musei, monumenti e siti archeologici, il 16,2% biblioteche e archivi.

Alcuni musei di Firenze e Fiesole, con il sostegno della regione e della Fondazione Cr Firenze, hanno dato il via ad un percorso per favorire il dialogo fra musei e immigrati e costruire nel tempo un rapporto di confidenza, di frequentazione e di partecipazione. Un corso ha preparato 32 immigrati per essere mediatori museali. Prime visite il 2 dicembre.

Il progetto per la riapertura del Corridoio Vasariano è pronto e con la sua riapertura, nel 2020, il sistema museale cittadino potrà arricchirsi del «Percorso del Principe», la «via» che mette in connessione alcune delle perle più preziose del patrimonio artistico di Firenze. Lo conferma il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt.

«Firenze, il Settecento, la musica» è il nuovo progetto multidisciplinare che prevede tre concerti nella Sala della Musica del Complesso di San Firenze, oggi Museo Franco Zeffirelli, con per protagonista un fortepiano a coda costruito da Joseph Simon (Vienna, 1840).