Musei

Ultimi contenuti per il percorso 'Musei'

«Firenze, il Settecento, la musica» è il nuovo progetto multidisciplinare che prevede tre concerti nella Sala della Musica del Complesso di San Firenze, oggi Museo Franco Zeffirelli, con per protagonista un fortepiano a coda costruito da Joseph Simon (Vienna, 1840).

La casa natale di Michelangelo entra a far parte dell'Associazione Nazionale Case della Memoria. Così, l'abitazione di Caprese Michelangelo (Arezzo) che ha visto nascere l'autore degli affreschi della Cappella Sistina si va ad aggiungere alla grande famiglia di «mura» illustri tutelate dall'associazione che mette in rete 69 case museo in 12 regioni italiane.

Proseguono gli incontri per vedere con sguardo nuovo le opere delle collezioni del Museo: VOCI FIORENTINE è il ciclo offerto dal direttore della Galleria dell'Accademia di Firenze Cecilie Hollberg in occasione delle aperture prolungate serali del martedì, dal 5 giugno al 25 settembre 2018. Veri e propri incontri ravvicinati con l'arte, durante i quali importanti personalità «fiorentine» raccontano la propria, caratteristica, visione di un'opera e del suo autore al pubblico radunato intorno al capolavoro in oggetto.

È partita la diciottesima edizione delle «Notti dell'Archeologia», un traguardo importante per questo appuntamento toscano con l'archeologia che ormai ha un suo pubblico consolidato. Sono oltre 200 le occasioni che sono comprese nel ricco programma delle «Notti dell'Archeologia 2018» in svolgimento fino al 31 luglio: musei e parchi archeologici del territorio della regione si attivano per creare eventi, aperture serali e notturne, occasioni per accogliere il pubblico di appassionati e curiosi di tutte le età. Gli orari di svolgimento degli eventi, molto diversificati, vengono incontro alle varie esigenze, comprendendo anche occasioni dedicate al pubblico dei diversamente abili.

Da oggi i visitatori degli Uffizi potranno ammirare insieme il capolavoro di Michelangelo Buonarroti la «Sacra Famiglia con San Giovannino» più famoso come «Tondo Doni» insieme e per la prima volta ai ritratti dei suoi committenti, Angolo Doni e Maddalena Strozzi realizzati da Raffaello Sanzio che lasciano le stanze di Palazzo Pitti per arrivare definitivamente alla Galleria degli Uffizi nella Sala 41 del corridoio di ponente.