Tradizioni

Ultimi contenuti per il percorso 'Tradizioni'

Lucca sul gradino più alto nelle competizioni per il XXXIV Campionato Italiano di Balestra antica da banco LITAB svoltosi proprio a Lucca in Piazza Napoleone, a vincere nella gara individuale su corniolo è Simona Stefani di Contrade San Paolino che riesce all'ultima tornata di tiri ad infilarsi nel centro del bersaglio poco prima dell'arrivo di un'altra freccia, quella del secondo classificato Giovanni Rubiu di Iglesias, che ha letteralmente frantumato la verretta vincitrice, ma grazie al puntale di ferro rimasto conficcato nel bersaglio è stato possibile decretare la lucchese come Prima et meliore. Terzo classificato Roberto Mescolini di Terra del Sole.

Sabato 8 e domenica 9 settembre 2018 si terrà a Lucca per la prima volta in assoluto il Campionato Italiano di Balestra da banco fra le associazioni di rievocazione storica aderenti alla Lega Italiana Tiro Alla Balestra (LITAB). L’ultima volta che questo evento è passato in provincia di Lucca era il 2003 e fu fatto a Barga.

Tanti appuntamenti enogastronomici o turistici (come rappresentazioni in costume medievale) in questa prima parte del mese di agosto. Ecco cosa c'è nella nostra regione.

Tutto pronto a Massa Marittima, città d'origine medievale delle Colline Metallifere (Gr),  per la 120 esima edizione del Balestro del Girifalco domenica 27 maggio, una suggestiva rievocazione storica tra i tre antichi Terzieri della città (Borgo, Cittanuova, Cittavecchia), che si sfidano in una gara di abilità con le balestre e che si svolge, come tradizione, l'ultima domenica di maggio e ogni 14 agosto.

Flora e fauna sono universi strettamente connessi e anche gli animali partecipano come metafore e simboli dell’evento pasquale, come il pettirosso che toglie la spina dal capo di Cristo e conserva sul petto la macchia di sangue, o la rondine che accompagna il pianto di Maria.

Fantasia e genialità alla base di attività che oggi possono apparire incredibili, come il primo cliente, il malato guarito o il gobbetto. Per non dire dell’ospite di mestiere per evitare le tavolate di 13 commensali o del finto cliente che riferiva all’indovino o alla chiromante la situazione di quelli veri.  Il finto vincitore della lotteria sembra invece che sia ancora in servizio...

«Un presepe fatto di bende dedicato a te don Paolo, perché ti sei liberato delle tue bende di sofferenza facendone una missione nella missione; in quelle bende che hai offerto al Signore c’è tutta la dignità dell’uomo e la sua grandezza, perché le tue erano bende d’amore. Per due mesi, entrando in chiesa per costruire il presepe fatto di bende che ci avvolgono, ci soffocano e da cui non riusciamo a liberarci, sentivo il vento leggero del Signore, la Sua presenza e la tua. Grazie don Paolo perché accompagni i giorni della mia vita». 

«Riccardo Marasco è stato un grande artista e cantautore, a lui Firenze deve molto di più di quanto gli ha dato in vita». Così il sindaco Dario Nardella ha ricordato il celebre artista, cantante e compositore toscano, scoprendo nel secondo anniversario della scomparsa, assieme alla vedova Virginia e all'assessore alla topomastica Andrea Vannucci, la targa che gli intitola la terrazza sull'Arno di fronte a Piazza Poggi.

Ad Arcidosso, in provincia di Grosseto, il Natale è giovane. È una scelta che guarda al futuro quella dell’amministrazione comunale dello splendido borgo del Monte Amiata che affida ai bambini e ai ragazzi del paese la realizzazione degli arredi luminosi che renderanno magica l’atmosfera nei giorni della festa più attesa dell’anno. La loro creatività renderà unica la quarta edizione di «Natale di Luce», il calendario che dal 6 dicembre (festa di San Niccolò, patrono di Arcidosso), al 6 gennaio propone tanti appuntamenti che sanno unire tradizione e bellezza.