Diaconato permanente

Ultimi contenuti per il percorso 'Diaconato permanente'

Come di consueto al ritorno dal suo viaggio apostolico il Papa ha risposto ai giornalisti sul volo che lo riportava a Roma. Ha detto di esserstato toccato dalla tenerezza con cui le suore di Madre Teresa assistono i poveri ed edificato dai colloqui con i patriarchi ortodossi. Sulla canonizzazione del card. Stepinac quello che interessa è la verità. Per il Papa il lavoro della commissione per il diaconato femminile è ancora lungo.

«I diaconi ordinati in Italia sono più di 4.400: siamo i primi in Europa, e i secondi al mondo dopo gli Usa». A fornire il dato è stato Enzo Petrolino, presidente della Comunità del Diaconato in Italia, durante la conferenza stampa di presentazione – svoltasi oggi presso la Radio Vaticana – del convegno sul tema «Diaconi educati all’accoglienza e al servizio dei malati», in programma a Cefalù dal 2 al 5 agosto, per iniziativa della Comunità del Diaconato in Italia, dell’Ufficio Cei per la pastorale della salute e della diocesi di Cefalù.

Dal 2014 al 2015 il numero dei cattolici battezzati nel mondo è passato da 1.272 milioni a 1.285 milioni, che rappresentano il 17,7% della popolazione totale. Il dato emerge dall’Annuarium Statisticum Ecclesiae 2015, curato dall’Ufficio centrale di statistica della Chiesa e in distribuzione in questi giorni nelle librerie.

«Il discorso non è chiuso. Ciò che conta è non trasferire un modello maschile sulla donna ma valorizzare la donna nella ricchezza delle sue specificità e capacità umane e soprannaturali». Lo ha detto questo mattina il teologo monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto affrontando da un punto di vista cattolico il delicato nodo del diaconato femminile.

Papa Francesco il 12 maggio 2016, nel corso dell’incontro svolto in forma di dialogo nell’Aula Paolo VI con le partecipanti all’Assemblea plenaria dell’Unione internazionale delle superiore generali, ha espresso l’intenzione di «costituire una commissione ufficiale che possa studiare la questione» del Diaconato delle donne, «soprattutto riguardo ai primi tempi della Chiesa».

Ministri di Cristo al servizio della Chiesa e degli altri. Così Papa Francesco ha definito i membri della delegazione del Centro Internazionale del Diaconato, ricevuti in Vaticano in occasione del loro cinquantesimo anniversario di fondazione. Ancora una volta il Pontefice, parlando ai diaconi, li ha esortati ad imitare l’esempio di Gesù e tener fede al comandamento che Egli consegna ai discepoli quando dice: “amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”. L’amore è infatti l’unico strumento per continuare la missione del Figlio di Dio sulla terra e prendersi concretamente cura delle persone con le loro necessità.

Nell’Omelia per la messa del Giubileo dei Diaconi Papa Francesco ha parlato del servizio della vita cristiana e del ruolo del diacono nell’annunciazione di Gesù.

Ambire a diventare servitore di Cristo proprio come lui fece diventando servitore di tutti. E’ questa la missione del diacono secondo Papa Francesco che ha celebrato questa mattina la Messa per il Giubileo dei diaconi in Piazza San Pietro. Citando l’apostolo Paolo che fu servitore di Gesù, il Pontefice si è rivolto ai diaconi provenienti da tutto il mondo nella ricorrenza dei cinquant’anni della re-istituzione del Diaconato permanente ricordando loro che chi annuncia Gesù è chiamato a servire e chi serve, annuncia Gesù.