Diocesi di Firenze

Ultimi contenuti per il percorso 'Diocesi di Firenze'

l cammino sinodale diocesano sulla Evangelii Gaudium costituirà l’intenzione particolare di preghiera dell’ottavo pellegrinaggio a piedi dal Santuario di Santa Maria dell’Impruneta alla Basilica della Santissima Annunziata, in programma per venerdì 7 settembre con inizio alle 14,30. Il pellegrinaggio anche quest’anno sarà guidato dal vicario generale mons. Andrea Bellandi.

Da più di un anno la diocesi vive l’esperienza del Cammino Sinodale, per rispondere alla sollecitazione fatta da Papa Francesco alla Chiesa Italiana di avviare una riflessione a partire dalla Evangelii Gaudium in modo sinodale, «per trarre da essa criteri pratici e per attuare le sue disposizioni» (Discorso Papa Francesco alla Chiesa Italiana, Firenze 10 novembre 2015).

E’ stato sospeso dall'esercizio del ministero pastorale il sacerdote che lunedì sera è stato sorpreso in auto con una bimba di dieci anni in un'area di sosta dietro a un supermercato e arrestato in flagranza di reato. Lo annuncia un comunicato della Diocesi di Firenze, in cui si precisa anche che don Paolo Glaentzer, 70 anni, di origini laziali, è ospite della diocesi e non fa parte del clero fiorentino: da alcuni anni svolgeva infatti la funzione di amministratore parrocchiale nella parrocchia di San Rufignano a Sommaia (Calenzano).

«Siamo arrivati a questo traguardo che è una festa per la Fondazione La Pira ma anche per tutti coloro che fanno politica perché vogliono bene alle persone». Così il Presidente della Fondazione La Pira, Mario Primicerio, saluta la firma del decreto con cui Papa Francesco riconosce a Giorgio La Pira il titolo di Venerabile.

Il card. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, esprime «la gratitudine sua e di tutta la Chiesa Fiorentina per la decisione del Santo Padre Francesco di promulgare il decreto con cui viene riconosciuto che Giorgio La Pira ha professato in modo eroico le virtù cristiane e d’ora in poi quindi la Chiesa lo proclama Venerabile e lo propone alla venerazione dei fedeli».

Rispetto delle persona umana e della ricerca del bene comune; i quarant'anni della legge sull'aborto; gli episodi di violenza e aggressività costati la vita a giovani come Niccolò Ciatti e Duccio Dini; la difesa della legalità nelle strade e nelle piazze; l'accoglienza di chi cerca una vita migliore. Sono questi i temi toccati dal cardinale Giuseppe Betori nell'omelia della festa di San Giovanni Battista.

Firenze si prepara alla festa di San Giovanni Battista: per rendere omaggio al patrono, domenica 24 giugno, sarà celebrata la Messa alle 10,30 in Cattedrale. Nell’occasione sarà riproposta anche, nell’ambito della rassegna «O Flos Colende», la collaborazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, coinvolgendo il Coro delle Voci Bianche del Maggio Musicale Fiorentino diretto la Lorenzo Fratini, la Cappella Musicale e i Pueri Cantores di Santa Maria del Fiore diretti da Michele Manganelli.

Saranno un centinaio: dal 2 al 9 agosto percorreranno il territorio diocesano, da Firenzuola a Castelfiorentino, incontrando storie di santità e di carità.
Tra le tappe previste ci sono le pievi del Mugello, Barbiana, Firenze, il santuario mariano dell’Impruneta, Certaldo. I giovani potranno conoscere testimoni della fede come la Beata Bettina di Campi, Santa Maria Maddalena dei Pazzi, Giorgio La Pira, Santa Verdiana ma anche realtà di servizio come la Comunità Papa Giovanni XXIII, la Caritas, il Cottolengo, l’associazione Maria Cristina Ogier. Il 10 agosto il trasferimento a Pistoia per la festa regionale dei giovani, quindi a Roma per partecipare insieme ai giovani di tutta Italia alla veglia di sabato 11 agosto con Papa Francesco.