Diocesi di Pescia

Ultimi contenuti per il percorso 'Diocesi di Pescia'

Fantasia creativa, realismo, umiltà. Queste le parole d'ordine di un buon adeguamento liturgico delle cattedrali. A proporle è mons. Roberto Filippini, vescovo di Pescia (Pistoia), portando alla giornata di studio in corso a Roma per iniziativa della Cei, l'esperienza del restauro della cattedrale di Santa Maria Assunta e dell'adeguamento liturgico del suo presbiterio. 

“Una attenzione e una cura particolare dovremo rivolgerla a chi è rimasto senza lavoro o non riesce a trovarlo, alle famiglie in sofferenza, ai giovani che bisogna aiutare a scoprire i valori di solidarietà e pace”. Sono queste le priorità indicate da monsignor Roberto Filippini, il nuovo vescovo di Pescia, accolto domenica scorsa da alcune migliaia di persone. Una giornata di grande festa per la diocesi che attendeva il nuovo pastore dopo la morte di monsignor Giovanni De Vivo.

Chiese della Toscana in festa: l’ordinazione episcopale di monsignor Roberto Filippini, vescovo eletto di Pescia, ha richiamato ieri pomeriggio nel Duomo di Pisa quasi quattromila persone, 31 vescovi (tra loro anche due cardinali: il segretario del Sinodo dei vescovi Lorenzo Baldisseri e il presidente della Cet e arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori) e 233 presbiteri.

Mentre il Papa inaugura questo Anno Santo straordinario in Centrafrica,  le diocesi toscane hanno programmato le celebrazioni che coinvolgeranno le cattedrali, ma anche santuari e chiese particolarmente significative.

Si dice «stupito» per questa nomina arrivata a 67 anni e confessa di conoscere «poco Pescia» ma promette «di voler bene che è il miglior modo di conoscere». Soprattutto agli anziani, ai bambini, ai poveri, ai malati ma anche ai giovani «che devono essere la nostra più grande speranza» e agli adulti e alle famiglie, ai preti, ai religiosi e alle religiose... «Come vedete - scrive - non ho un progetto pastorale organico e  strutturato, semmai lo stileremo insieme e insieme proveremo a realizzarlo». Ecco il testo integrale della lettera di mons. Roberto Filippini alla Chiesa di Pescia.

Mons. Roberto Filippini, 67 anni, biblista, direttore dell'Istituto Superiore di Scienze religiose «Stenone» e padre spirituale del Seminario di Pisa oltre che cappellano del Carcere «Don Bosco», è il nuovo vescovo di Pescia. Lo ha nominato oggi Papa Francesco come successore di mons. Giovanni De Vivo, morto il 20 settembre scorso, ma già dimissionario al raggiungimento del 75° anno che aveva compito nel marzo scorso.

Sabato 25 aprile, alle ore 9.30, alla presenza del Sindaco di Pescia Oreste Giurlani, don Valerio, parroco di Santo Stefano, celebrerà la Santa Messa, donando nuova vita liturgica allo splendido gioiello che si trova nel complesso della casa di riposo San Domenico, a Pescia.