Diocesi di Pitigliano

Ultimi contenuti per il percorso 'Diocesi di Pitigliano'

Dal 18 maggio, con la ripresa delle Celebrazioni Eucaristiche con i fedeli, le parrocchie sono chiamate a attuare un protocollo di sicurezza nelle chiese. La criticità della ripresa non è messa in dubbio, anzi ci richiama ad una “evangelica” attenzione al prossimo e ad una corresponsabilità di fondo che va oltre il buon senso, che comunque costituisce una regola fondamentale da affiancare alle altre, ma non deve essere considerata la principale. 

Pitigliano ha ospitato, il 5 e il 6 giugno, una due giorni di cultura sulla tematica del dialogo e dell'amicizia dei popoli del Mediterraneo che ha avuto come focus storia, cultura e tradizioni come strumenti privilegiati di amicizia e dialogo culturale e di identità.

Domenica 18 novembre la Chiesa universale celebra la 2° Giornata Mondiale dei Poveri, istituita dal Papa al termine del Giubileo della Misericordia. Il titolo di quest'anno è un versetto del Salmo 34: «Questo povero grida e il Signore lo ascolta». In molte diocesi toscane sono stati organizzati momenti particolari dedicati ai poveri.

«La memoria del tempo» è il titolo del convegno in programma il 12 ottobre a Palazzo Orsini, a Pitigliano e incentrato sulla conservazione, tutela e valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici nella diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Nell'occasione verranno anche presentati alcuni restauri di materiale archivistico.

Dall'11 al 18 giugno una delegazione diocesana, guidata dal vescovo, mons. Roncari, è in Terra Santa per siglare un gemellaggio con la Diocesi di Gerusalemme. È un nuovo passo di un percorso di dialogo interreligioso e culturale che ha per protagonista il territorio di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Attivi anche progetti con la Rete Italiana per il Dialogo Eurometiterraneo-APS e l'Università di Firenze.

Questa domenica l’appuntamento indetto come segno del Giubileo. Anche le diocesi toscane si mobilitano: a Grosseto un incontro sulla povertà al polo universitario, a Prato  un pranzo a casa del vescovo. A Firenze visite guidate alla Badia Fiorentina. La riflessione di mons. Roberto Filippini