Pena di morte

Ultimi contenuti per il percorso 'Pena di morte'

Sarà il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, l'ospite d'onore della seduta solenne del Consiglio regionale di venerdì, convocata per celebrare la festa della Toscana. La riunione sarà, in realtà, soltanto uno dei 132 appuntamenti, che si snoderanno dal 30 novembre sino al 28 febbraio, previsti per onorare la ricorrenza. 

La pena di morte «non è mai giustificata come ipotesi di legittima difesa». Lo ha ribadito mons. Richard Paul Gallagher, segretario per i rapporti con gli Stati, intervenendo questa mattina all'Incontro Internazionale dei Ministri della Giustizia «Un mondo senza pena di morte», organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio. Appello al governatore della California per una moratoria. L'intervento del ministro Bonafede.

In un mondo in cui il titolo di martire è anche svalutato e ormai comunemente applicato anche a chi è solo vittima di un incidente e in un paese in cui persino i fanatici si sono impossessati di questo nome, la piccola grande Asia, che ha sempre rifiutato di convertirsi per sfuggire al carcere e alla forca, assomiglia ai martiri veri, verrebbe voglia di dire ruspanti, di un paio di millenni fa.

Calano del 4% le esecuzioni nel mondo, mentre le condanne a morte scendono da 3.117 nel 2016 a 2.591 nel 2017. Il decremento più significativo è in Africa. Restano sulla lista nera con il più alto numero di condanne ed esecuzioni: Cina, Iran, Iraq, Arabia Saudita, Pakistan. Sono i dati del rapporto annuale di Amnesty international sulla pena di morte.

La pena capitale non è la cura per una società violenta, non è una medicina ma un veleno. Attenzione a non «normalizzare» la morte. Essere contrari alla pena di morte significa riaffermare le ragioni della vita. Intervista con Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant’Egidio, a margine dell’Incontro internazionale dei ministri della Giustizia e alla vigilia di «Città per la vita, città contro la pena di morte», che il 30 novembre vede più di duemila città nel mondo coinvolte per l’abolizione della pena capitale.

Custodire e proseguire, compito e missione della Chiesa. Così Papa Francesco, intervenendo alla commemorazione, organizzata dal Pontificio Consiglio per la Nuova Evangelizzazione, del 25.mo anniversario della “Fidei depositum” con la quale si promulgava il Catechismo della Chiesa Cattolica. “La Parola di Dio – ha sottolineato il Pontefice – è una realtà dinamica e viva, non la si può legare ad una lettura rigida e immutabile senza umiliare l'azione dello Spirito Santo”.

«Ferma e inequivocabile» è l’«opposizione alla pena capitale, sempre e comunque» espressa da Federica Mogherini, Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, e Thorbjørn Jagland, segretario generale del Consiglio d’Europa, in una dichiarazione congiunta in occasione della Giornata internazionale contro la pena di morte.