Disabilità

Ultimi contenuti per il percorso 'Disabilità'

Nel 2019, il 26,1% degli adulti europei con disabilità (limitazione dell’attività) viveva in famiglie che riferivano di avere difficoltà a sbarcare il lunario (cioè le cui risorse finanziarie non coprivano le spese abituali necessarie), rispetto al 16,0% tra la popolazione adulta senza disabilità. Lo attesta oggi Eurostat, riferendo i risultati di un’indagine statistica. 

“Chiediamo che le persone con disabilità siano inserite fra le categorie prioritarie a cui somministrare il vaccino anti Covid-19. Si tratta di una categoria a rischio ‘dimenticata’ dal Piano strategico vaccinazione”. Lo dichiara Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII (Apg23), in merito all’attuazione del piano vaccinale.

Nella Giornata mondiale delle persone con disabilità, che si celebra oggi 3 dicembre, la Comunità di Sant’Egidio propone “l’incremento, a diversi livelli, di progetti di inclusione sociale che permettano la realizzazione di diritti fondamentali come la casa e il lavoro”: “La pandemia, che ha colpito in modo particolare i più fragili, come gli anziani e i disabili, soprattutto nelle Rsa e in altre strutture, evidenzia il diritto ad essere salvati e a reti di protezione, a partire dalla creazione di ambienti e alloggi a misura d’uomo”.

“Non chiudete mai le porte di fronte a un bambino terminale o in condizioni gravi o gravissime. Non togliete la speranza ai genitori!”. È l’accorato appello ai medici di Giusy Amato, psicologa e madre di 5 figli, che con il marito ha accolto 23 anni fa nella propria famiglia un piccolo di 15 mesi con una grave disabilità, al quale non erano stati dati più di 6 mesi di vita. 

I Centri di riabilitazione e Residenza sanitarie per disabili denunciano la grave difficoltà economica in cui si trovano a seguito delle ripetute inadempienze dell’USL Toscana Centro nell’erogazione dei sostegni economici previsti sia dai provvedimenti governativi durante e dopo il lockdown, sia dai successivi provvedimenti regionali. 

È andata in scena domenica 4 ottobre, sul circuito di Vallelunga, l'ultima tappa della 7ª edizione della Octo Cup 2020, il primo e unico Campionato nazionale di motociclismo paralimpico - nato grazie alla Onlus Di.Di. Diversamente Disabili – che quest’anno ha visto 17 piloti provenienti da tutta italia scendere in pista per contendersi le prime posizioni e soprattutto e soprattutto il titolo nazionale nelle due categorie: 600cc. e 1000cc.