Banche

Ultimi contenuti per il percorso 'Banche'

Il nuovo consiglio di Federcasse ha provveduto oggi alla conferma alla presidenza di Augusto dell’Erba. I due vicepresidenti sono Luca Occhialini (vicario), presidente della Federazione Friuli Venezia Giulia delle Bcc e di BancaTer, e Matteo Spanò, presidente della Federazione Toscana delle Bcc, della Bcc di Pontassieve e del Fondo di garanzia istituzionale.

Sì ad eventuali correttivi, ma senza snaturare la riforma. Questa è la posizione di Federcasse e Confcooperative in merito alla riforma del credito cooperativo, ricordando che - sin dalla prima stesura della Legge 49/2016 di concerto con le Autorità e sulla base di un approfondito confronto parlamentare - questa è stata definita per rispondere alle nuove esigenze di mercato ed alle nuove regole dell'Unione Bancaria.

«Direttamente o indirettamente il rischio sovrano ricade sulle famiglie italiane. Non solo esse detengono titoli pubblici per un valore nominale di quasi 100 miliardi, ma all'attivo degli intermediari a cui esse affidano i loro risparmi - nella forma di depositi bancari, di polizze assicurative, di quote di fondi pensione, di risparmio gestito - vi sono titoli pubblici per circa 850 miliardi». Lo ha dichiarato il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, intervenendo oggi alla 94ma Giornata mondiale del risparmio, a Roma.

In questi giorni in cui il Governo Conte si appresta a varare l'aggiornamento al Def è tornato di grande attualità un neologismo: «spread». Ecco cosa significa e perché è importante per la vita di tutti noi.Nnon è una manovra oscura di soggetti stranieri, da solo non fa cadere i governi: è uno dei tanti segnali di forza o debolezza economico-finanziaria di un Paese.

(Bruxelles) «La posta in gioco è alta. E il tempo breve». Lo scrive in un passaggio della sua lunga lettera odierna ai 28 capi di Stato e di governo dei Paesi Ue il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. La missiva invita i leader al Consiglio europeo del 28 e 29 giugno elencando i temi all'ordine del giorno e riepiloga alcuni punti sui quali, secondo Tusk, occorrerà convergere.

L'Istituto per le opere di religione (Ior) ha pubblicato il bilancio 2017 all'interno del Rapporto annuale. Il bilancio è stato sottoposto a revisione contabile dalla società di revisione indipendente Deloitte & Touche S.p.A. In data 24 aprile, il Consiglio di Sovrintendenza dello Ior ha approvato all'unanimità il bilancio dell'esercizio 2017 e ha proposto alla Commissione Cardinalizia la distribuzione integrale degli utili realizzati alla Santa Sede.