Commercio

Ultimi contenuti per il percorso 'Commercio'

Il documento finale mostra che a Buenos Aires non c'è stata convergenza almeno su tre punti. Sul tema delle migrazioni il «dialogo è rimandato alla prossima presidenza». Sulle questioni ambientali gli Usa «ribadiscono la decisione di recedere dall'accordo di Parigi». Su commercio e investimenti internazionali, si dichiara «non all'altezza il sistema commerciale multilaterale».

Granarolo e Alival stanno comunicando negli ultimi giorni agli allevatori toscani, in particolar modo di Grosseto, Siena e Pisa, la disdetta dei contratti di fornitura di latte ovino. Le prospettive dell'agricoltura toscana sono messe a rischio nel 2019 da una possibile frenata della domanda mondiale del formaggio Dop. In aiuto dei pastori toscani, tuttavia, interviene la Regione.

Signorvino e Winelivery, due marchi di rilievo nel settore vinicolo, hanno raggiunto un accordo commerciale per coniugare le rispettive competenze e attivare un servizio di consegna a domicilio dei vini che saranno recapitati sul tavolo del cliente in massimo 30 minuti dall'ordine. Per comprendere quanto tale progetto possa essere apprezzato dalla clientela, è stato avviato un progetto pilota di sei mesi nella città di Firenze con la prospettiva di poterlo estendere su tutto il territorio italiano.

Don Morelli (Direttore Caritas Pisa) sulla giornata di raccolta di sabato 13 ottobre: «E' stata una bella giornata di solidarietà, non solo per il quantitativo raccolto ma per le tante persone che abbiamo incontrato e per chi è venuto a aiutarci: solo nei negozi del Comune di Pisa 256 volontari e 3.647 donazioni».

Una nuova piazza-giardino con area verde centrale e postazioni non fisse per ospitare fiere e mercati temporanei lungo il perimetro. È il nuovo volto di piazza dei Ciompi che viene svelato oggi alla presenza del sindaco Dario Nardella e degli assessori allo Sviluppo economico Cecilia Del Re e all’Ambiente Alessia Bettini.

Il panino in via dei Neri, a Firenze, si può mangiare solo in movimento e non da fermi: né seduti, né in piedi sulla strada o sopra il marciapiede. O così o c'è il rischio di beccarsi una multa fino a 500 euro. L'ordinanza è scattata a mezzogiorno (la misura, infatti, investe le due fasce orario del pranzo e della cena, dalle 12 alle 15 e dalle 18 fino alle 22) e il sindaco di Firenze Dario Nardella si è presentato per spiegare il provvedimento firmato ieri.

Nasce in città una rete di strutture, negozi e luoghi pubblici in grado di mettere in atto modalità e forme di accoglienza che servono a facilitare la vita quotidiana e a favorire la fruizione di attività e servizi da parte delle persone con autismo e delle loro famiglie.