Crisi

Ultimi contenuti per il percorso 'Crisi'

«Con rispetto e forte convinzione, consapevoli del nostro dovere di Pastori, chiediamo ai responsabili della cosa pubblica di pensare al lavoro e all'occupazione prima di ogni altra cosa». Ha ripetuto le stesse parole pronunciate nel Consiglio episcopale permanente dello scorso gennaio, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, per illustrare il «Prestito della speranza 3.0», progetto avviato già alla fine del 2009, quando la crisi era ancora all'inizio.

«Di fronte alla paura dell'altro, alla crescita di insicurezza sociale per la mancanza del lavoro e la crisi economica, la prospettiva è lavorare insieme per un nuovo umanesimo». Un umanesimo «dove la tutela della dignità di ogni persona informa la cultura, la politica, l'economia, l'informazione». Ad affermarlo è monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, intervenuto questa sera, alla Camera dei deputati, alla presentazione dell'VIII Rapporto sulla sicurezza e l'insicurezza sociale in Italia e in Europa.

Crisi economica, degenerazione del panorama politico e terrorismo le principali preoccupazioni degli italiani e degli europei, se pure con forti differenze geografiche. A rivelarlo è l'VIII Rapporto sulla sicurezza e l'insicurezza sociale in Italia e in Europa, realizzato per Fondazione Unipolis da Demos&Pi e Osservatorio di Pavia su un campione di 6mila intervistati e presentato oggi a Roma (Camera dei deputati).

Spazio ai disoccupati tra gli scrutatori nei seggi elettorali. L'aveva proposto il presidente della Toscana Enrico Rossi e oggi la giunta ha dato il via libera alla proposta di legge che modifica le norme per le elezioni regionali in Toscana e la composizione degli uffici elettorali. Il testo passa adesso all'esame del Consiglio regionale.

Il vescovo di Prato Franco Agostinelli si è detto disponibile a scrivere una lettera e se necessario a incontrare i titolari di Eurotintoria. Il Presule lo ha promesso a una quarantina di dipendenti dell’azienda che questo pomeriggio sono stati accolti in Palazzo vescovile per raccontare il momento difficile che stanno vivendo a seguito della chiusura della loro fabbrica.

Si è svolto oggi presso l'assessorato al lavoro un incontro tecnico per la presentazione del progetto "Welfare to Work" destinato a sostenere il reinserimento nel mercato del lavoro per i lavoratori della ex Eaton di Massa. Alla riunione hanno partecipato, oltre alla Regione, anche rappresentanti del Comune e della Provincia di Massa Carrara, dell'Inps regionale e di Italia Lavoro.

«In Toscana non ci sono più soldi, perché non c’è più un credito toscano. Se vogliamo uscire dalla crisi e ripartire dobbiamo rendere attrattivo il territorio e portare qui investimenti dall’esterno». Lo ha detto il Segretario generale della Cisl Toscana, Riccardo Cerza, nella relazione che ha aperto stamani i lavori del Consiglio generale regionale, il «parlamentino» della Cisl di cui fanno parte i rappresentanti di tutte le categorie e i territorio della Toscana, ed a cui ha preso parte anche il Segretario generale nazionale Cisl Annamaria Furlan.