Luterani

Ultimi contenuti per il percorso 'Luterani'

La commissione regionale per l’ecumenismo propone un viaggio in Germania, «Sui passi di Lutero», in occasione del V centenario della Riforma. Una proposta molto interessante, con costo ragionevole, che dall’1 al 7 luglio vedrà la visita di Berlino, Wittenberg, Dresda, Weimar, Buchenwald (luogo dell’ecumenismo dei martiri), Erfurt, Eisenach, Eisleben. Sono previsti anche incontri con comunità locali.

Tra noi cristiani siamo chiamati a liberarci dai pregiudizi verso la fede degli altri, e a prendere le distanze da errori, esagerazioni e polemiche, riconoscendo i peccati che avevano portato alla divisione. Così Papa Francesco, si è rivolto ai partecipanti cattolici e protestanti del Convegno Internazionale di Studi: "Lutero 500 anni dopo. Una rilettura della Riforma luterana nel suo contesto storico ed ecclesiale", organizzato dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche. Il Pontefice ha sottolineato come questi ”approfondimenti seri sulla figura di Lutero e la sua critica contro la Chiesa del suo tempo ed il papato contribuiscono a superare quel clima di mutua sfiducia e rivalità che per troppo tempo ...

«Gratitudine» e «stupore», «al pensiero che non molto tempo fa un convegno del genere sarebbe stato del tutto impensabile». Sono i sentimenti espressi dal Papa ai partecipanti al Convegno internazionale di studio organizzato dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche, in occasione del V Centenario della Riforma luterana (1517-2017) sul tema: «Lutero 500 anni dopo. Una rilettura della Riforma luterana nel suo contesto storico ecclesiale», che si è svolto a Roma dal 29 al 31 marzo.

Giornata particolarmente intensa, oggi, al Convegno internazionale «Rileggere la Riforma», che riunisce da ieri a Firenze una cinquantina di studiosi tra teologi e storici di varie parti del mondo. Il card. Betori: «Attraverso il dialogo e la testimonianza condivisa non siamo più estranei. Anzi, abbiamo imparato che ciò che ci unisce è più grande di ciò che ci divide».

«Prima di essere uno sforzo umano di credenti che cercano di superare le loro divisioni», la riconciliazione tra i cristiani «è un dono gratuito di Dio». Lo ha ricordato il Papa, nell’omelia dei secondi Vespri della solennità della conversione di san Paolo, celebrati questo pomeriggio nella basilica di San Paolo fuori le Mura alla presenza dei rappresentanti delle altre Chiese e Comunità ecclesiali presenti a Roma.

Il vero ecumenismo si basa sulla conversione comune a Gesù Cristo, come nostro Signore e Redentore, se ci avviciniamo a Lui, ci avviciniamo anche gli uni agli altri.
È la riflessione offerta da Papa Francesco incontrando i membri della delegazione ecumenica della Finlandia, venuti a Roma in pellegrinaggio in occasione della Festa di sant’Henrik. Il Pontefice ha ricordato la commemorazione congiunta della Riforma del 31 ottobre scorso a Lund, sottolineando che l’intento di Lutero era quello di rinnovare la Chiesa, non di dividerla.

«Il vero ecumenismo si basa sulla conversione comune a Gesù Cristo come nostro Signore e Redentore. Se ci avviciniamo insieme a Lui, ci avviciniamo anche gli uni agli altri. In questi giorni invochiamo più intensamente lo Spirito Santo perché susciti in noi questa conversione, che rende possibile la riconciliazione». Lo ha detto oggi Papa Francesco, ricevendo in udienza una Delegazione ecumenica della Chiesa luterana di Finlandia in occasione dell’annuale pellegrinaggio ecumenico a Roma, per celebrare la Festa di Sant’Enrico, patrono del Paese.