Famiglia

Ultimi contenuti per il percorso 'Famiglia'

Ripartire dai cinque punti dell'«agenda di speranza» di Reggio Calabria - intraprendere, educare, includere, slegare la mobilità sociale, completare la transizione istituzionale - per svilupparli «nella prospettiva della famiglia». Così il Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane Sociali apre il cammino verso l'appuntamento di Torino (12-15 settembre 2013) con una «Lettera invito al cammino di discernimento verso la 47ª Settimana Sociale» pubblicata sul sito www.settimanesociali.it.

Le nostre famiglie siano luogo in cui la fede viene trasmessa di generazione in generazione, in cui ciascuno si sente debitore della testimonianza della fede verso gli altri, genitori verso i figli ma anche figli verso i genitori, fratelli e sorelle tra loro, impegnati a vivere questa fede nella comunità parrocchiale e a mostrarne i frutti nella società». È questa l’esortazione con cui il cardinale Giuseppe Betori conclude la Lettera pasquale alle famiglie, che nei prossimi giorni sarà distribuita dai parroci della diocesi di Firenze durante la tradizionale benedizione delle famiglie che precede la Pasqua.

Dalle questioni nazionali alle vicende fiorentine; dai temi economici a quelli sociali ed etici. Un confronto che ha coinvolto tre candidati fiorentini di tre diversi schieramenti: Rosa Maria Di Giorgi, assessore all’istruzione del Comune di Firenze e candidata al Senato nella lista del Pd; Gabriele Toccafondi, deputato e coordinatore fiorentino del Pdl; Marco Carraresi, consigliere regionale Udc e terzo in lista, per il suo partito, alla Camera.

La settimana scorsa la Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato lo Stato italiano perché ha consentito che per sette anni un padre separato non riuscisse a vedere la figlia. Il caso che ha provocato la condanna della corte di Strasburgo è tutt’altro che l’unico e forse non è nemmeno il più grave.

«La famiglia c'è, al di là dei catastrofismi». Ad assicurarlo è stato mons. Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, nella sua prima conferenza stampa in questa veste, svoltasi oggi presso la sala stampa della Santa Sede. «Anche se non si vede - ha detto il vescovo - la stragrande maggioranza delle nostre famiglie vive una condizione di difficoltà, anche economica, e tuttavia resta un sostegno. Se oggi, in Italia e altrove non ci fossero le famiglie, non so i giovani che non trovano lavoro dove andrebbero».