Matrimonio

Ultimi contenuti per il percorso 'Matrimonio'

La Corte europea dei diritti umani ha condannato lo Stato italiano a risarcire il danno a tre coppie gay che volevano sposarsi e non avevano potuto farlo. Non ha detto che hanno anche loro diritto al matrimonio (come loro chiedevano invocando l’art 12 della Convenzione e il divieto di discriminazioni) anzi su questo punto ha detto un chiaro no, giudicando la richiesta «manifestamente infondata».

«L’alleanza d’amore tra l’uomo e la donna, alleanza per la vita, non si improvvisa, non si fa da un giorno all’altro. Non c’è il matrimonio express: bisogna lavorare sull’amore, bisogna camminare. L’alleanza dell’amore dell’uomo e della donna si impara e si affina. Mi permetto di dire che è un’alleanza artigianale. Fare di due vite una vita sola, è anche quasi un miracolo, un miracolo della libertà e del cuore, affidato alla fede».
Sono parole efficaci quelle di Papa Francesco all’Udienza generale in Piazza San Pietro. Il fidanzamento – rimarca – richiede un cammino nel quale l’uomo impara dalla donna e la donna dall’uomo; un percorso che va al di là del volere tutto e subito perchése si agisce secondo questo metodo alla prima difficoltà si cede.

«Il fidanzamento è il tempo nel quale i due sono chiamati a fare un bel lavoro sull’amore, un lavoro partecipe e condiviso, che va in profondità». Lo ha detto il Papa, che ha dedicato l’udienza di oggi al fidanzamento, tempo in cui «ci si scopre man mano a vicenda», cioè l’uomo «impara la donna imparando questa donna, la sua fidanzata, e la donna impara l’uomo imparando questo uomo, il suo fidanzato».

Nonostante gli “attacchi ideologici e mediatici”, che propongono dei “modelli di unione incompatibili con la fede cristiana”, la Chiesa in Togo faccia il possibile per sostenere le famiglie. E’ l’esortazione contenuta nel messaggio che Papa Francesco ha consegnato ai vescovi del Togo, ricevuti in occasione della loro visita Ad Limina Apostolorum. Nel testo il Pontefice incoraggia poi il dialogo tra le differenti religioni, la collaborazione con le autorità governative per il bene della società – senza, tuttavia, entrare “direttamente nel dibattito” – così come pure la formazione dei giovani preti, affinché possano lottare contro “l’ambizione, il carrierismo, la gelosia, la mondanità e la seduzione del denaro.