Giubileo

Ultimi contenuti per il percorso 'Giubileo'

Mons. Roberto Filippini, vescovo di Pescia, per l’aggravarsi dell’emergenza sanitaria e la persistenza della sua situazione di isolamento, insieme al Collegio dei Consultori, ha deciso di rimandare la celebrazione solenne della conclusione del Giubileo Diocesano al 14 Maggio 2021, festa della dedicazione della Cattedrale, nella speranza che la minaccia del Covid 19 sia scomparsa o fortemente ridotta. 

Inaugurata a Calci, nei locali della canonica di Sant'Andrea a Lama la casa d'accoglienza per carcerati in permesso ed ex detenuti, opera segno della Chiesa pisana per l'Anno Giubilare della Misericordia. Responsabile sarà Vittorio Cerri,Vittorio Cerri, per 17 anni direttore del Carcere «Don Bosco» di Pisa.

Al via da domani, domenica 8 aprile, fino a mercoledì 11, il secondo incontro dei «missionari della misericordia» con Papa Francesco, organizzato dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Saranno 550 e giungeranno a Roma dai 5 continenti, a due anni dall’istituzione di questo ministero durante il Giubileo della Misericordia.

Il Giubileo della Misericordia «è stato un momento di grazia che la Chiesa intera ha vissuto con grande fede e intensa spiritualità. Non possiamo permetterci, quindi, che tanto entusiasmo venga diluito o dimenticato». Lo ha detto, stamattina, Papa Francesco, ricevendo in udienza i partecipanti alla Plenaria del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione (Pcpne), in occasione della chiusura dei lavori, che si sono svolti in Vaticano dal 27 al 29 settembre.

Per rispondere a problemi e sfide come il terrorismo internazionale, le migrazioni e la disoccupazione giovanile, l’Italia e l’Europa devono puntare sulla cooperazione internazionale, sull’alleanza di sinergie e iniziative e rafforzare i legami tra la gente e le istituzioni. Lo ha sottolineato Papa Francesco nella sua visita al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella nel palazzo del Quirinale. 
Dopo gli onori militari e l’esecuzione degli inni, il Papa e il presidente italiano, ricevuto in Vaticano il 18 aprile 2015, poco dopo la sua elezione, hanno avuto un colloquio privato nello studio presidenziale.