Giubileo

Ultimi contenuti per il percorso 'Giubileo'

La «bussola» della vostra attività sia sempre il «bene comune», cioè la creazione di lavoro e benessere secondo criteri di giustizia che rispettino la dignità umana, evitando i «facili compromessi». Lo ha detto il Papa ricevendo in udienza, nell’Aula Paolo VI, i partecipanti al Giubileo degli industriali. Era la prima volta in 106 anni di vita, che la Confindustria italiana incontrava un Pontefice.

Papa Francesco oggi pomeriggio ha visitato a sorpresa i tossicodipendenti del Centro Italiano di Solidarietà don Mario Picchi (Ceis) per i «Venerdì della Misericordia». Lo riferisce lo stesso Centro in una nota diffusa pochi minuti fa, in cui fa sapere che «Bergoglio ha voluto testimoniare la sua vicinanza alle persone che stanno lottando contro la dipendenza dalle droghe incontrando i 60 ospiti della comunità terapeutica San Carlo, aperta nel 1979 ai Castelli Romani da don Mario Picchi, da sempre considerato il laboratorio del Ceis».

La Caritas diocesana di Grosseto, richiamandosi alla sollecitazione che il Papa fa nella Bolla di indizione dell'Anno Santo «Misericordiae Vultus» del rapporto esistente tra giustizia e misericordia, propone a tutta la comunità civile del territorio un percorso di riflessione ed approfondimento sul tema della giustizia, sviluppandolo sotto più diversi punti di vista.

La Quaresima di questo Anno Santo è tempo favorevole per trovare modalità concrete per rispondere all’invito di Gesù: «Fate questo in memoria di me». La tradizione ci aiuta a ricordare  che la nostra fede deve tradursi in atti precisi sui quali saremo giudicati: nutrire, visitare, confortare, educare il prossimo.

Al ritorno dal viaggio in Messico, Papa Francesco ha ritrovato la sua piazza ad accoglierlo con l’affetto di sempre. Decine di migliaia le persone arrivate a San Pietro per l’ormai consueta udienza giubilare che ha visto oggi la partecipazione delle Associazioni dei donatori di sangue. A loro il Papa ha chiesto di vivere la fede in maniera coerente con uno stile di vita che esprima la misericordia di Dio, e ancor di più di rispettare il primo degli impegni: portare agli altri, soprattutto sofferenti e bisognosi, la carezza del Padre, essere il segno concreto della vicinanza di Cristo.