Giubileo

Ultimi contenuti per il percorso 'Giubileo'

È tutto pronto per domani sera (giovedì 3 dicembre) alle 21, quando la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia organizzerà una grande veglia di preghiera per l’avvio del Giubileo, pregando insieme a Papa Francesco. Da Lampedusa a Milano, le confraternite si «uniranno» in onore del Santo Padre, per ringraziarlo del dono straordinario di questo Giubileo dedicato alla misericordia.

«Il mondo di oggi ha un grande bisogno di riconciliazione, soprattutto alla luce del tanto sangue che è stato versato in recenti attacchi terroristici». È l’appello lanciato dal Papa nel messaggio inviato al Patriarca Bartolomeo, arcivescovo di Costantinopoli, in cui fa riferimento alla tragica situazione internazionale per suggerire un percorso di dialogo tra cattolici e ortodossi: «Possiamo accompagnare le vittime con le nostre preghiere, e rinnovare il nostro impegno per una pace duratura, promuovendo il dialogo tra le nostre tradizioni religiose, poiché l’indifferenza e l’ignoranza reciproca può portare solo alla sfiducia e purtroppo anche al conflitto».

Papa Francesco è davanti alla Porta santa della cattedrale di Bangui, e all’inizio della celebrazione della messa con i sacerdoti e i religiosi della Repubblica Centrafricana, spiega a braccio, in italiano e spagnolo, che questa è “Una terra che soffre da diversi anni la guerra e l’odio, l’incomprensione, la mancanza di pace. Ma in questa terra sofferente ci sono anche tutti i Paesi che stanno passando attraverso la croce della guerra”. Dentro la cattedrale, più di 2mila sacerdoti, e sul piazzale decine di migliaia di giovani seguono la messa attraverso i maxischermi.

«È bene, soprattutto quando i tempi sono difficili, quando le prove e le sofferenze non mancano, quando l’avvenire è incerto e ci si sente stanchi, temendo di non potercela fare, è bene riunirsi attorno al Signore, come facciamo oggi, per gioire della sua presenza, della vita nuova e della salvezza che ci propone, come un’altra riva verso la quale dobbiamo tendere». Lo ha detto il Papa, nella Messa allo stadio del complesso sportivo Barthelemy Boganda, celebrazione conclusiva del suo undicesimo viaggio internazionale (testo integrale)

«In questa Prima Domenica di Avvento, «Dio ha guidato i miei passi fino a voi, su questa terra, mentre la Chiesa universale si appresta ad inaugurare l’Anno giubilare della Misericordia, che noi oggi qui abbiamo inaugurato. E sono particolarmente lieto che la mia visita pastorale coincida con l’apertura nel vostro Paese di questo Anno giubilare». Lo ha detto, stasera, Papa Francesco, nella Messa nella cattedrale di Bangui, nella Repubblica Centrafricana (testo integrale).