Imprese

Ultimi contenuti per il percorso 'Imprese'

Dodici firme per un manifesto per dire non solo «sì» alla Tav Torino Lione ma ad una più generale politica per le infrastrutture che colleghi meglio l'Italia con l'Europa e le diverse zone dello Stivale fra di loro. È il senso del «manifesto» che oggi pomeriggio a Torino è stato sottoscritto dai presidenti delle 12 più importante confederazioni datoriali italiane.

Signorvino e Winelivery, due marchi di rilievo nel settore vinicolo, hanno raggiunto un accordo commerciale per coniugare le rispettive competenze e attivare un servizio di consegna a domicilio dei vini che saranno recapitati sul tavolo del cliente in massimo 30 minuti dall'ordine. Per comprendere quanto tale progetto possa essere apprezzato dalla clientela, è stato avviato un progetto pilota di sei mesi nella città di Firenze con la prospettiva di poterlo estendere su tutto il territorio italiano.

Negli ultimi sei anni l'edilizia in Toscana ha perso il 40,5% degli addetti. I dipendenti sono passati da 48.619 a 28.907. Il numero delle imprese è calato del 27,2% da 10.339 a 7.526. Solo nell'ultimo triennio si sono perse mille aziende. È il quadro del settore ricavato da Fillea Cgil Toscana che oggi a Prato ha celebrato il suo nono congresso.

Sono 74 i tavoli di crisi aperti in Regione nei primi nove mesi dell'anno. Da gennaio a settembre sono stati coinvolti 10.621 i lavoratori coinvolti nelle vertenze aziendali con 6.316 posti a rischio per via di esuberi o utilizzo di ammortizzatori sociali. I dati si riferiscono solo ai dipendenti diretti. Dunque, è escluso dal calcolo dell'unità di crisi lavoro della Regione il comparto indotto.

Su Bekaert c'è l'accordo. L'intesa sullo stabilimento di Figline Valdarno (Firenze) della multinazionale belga è arrivata durante la notte al ministero dello Sviluppo Economico. Prevede la sospensione della procedura di licenziamento collettivo, la cassa integrazione di un anno a partire dal primo gennaio 2019, gli incentivi all'esodo con tre scaglioni di anzianità per ogni fascia. Per questo motivo, dunque, la produzione dell'azienda continuerà sino al 31 dicembre.

A luglio 2018 si stima che l'indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dell'1,8% rispetto a giugno. Nella media del trimestre maggio-luglio il livello della produzione registra una flessione dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti. Lo rende noto oggi l'Istat diffondendo i dati sulla «Produzione industriale» a luglio 2018.