Infrastrutture

Ultimi contenuti per il percorso 'Infrastrutture'

«Abbiamo tutti un unico obiettivo: ricostruire il Ponte più bello e più sicuro di prima e restituirlo a Genova nel più breve tempo possibile». Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, al termine di un incontro «proficuo e collaborativo» avuto con il governatore ligure Toti e il sindaco di Genova Bucci, insieme ai vicepresidenti Di Maio e Salvini, al sottosegretario Giorgetti, al viceministro Rixi e al capo della Protezione civile Borrelli.

Si è tenuta stamani a Roma la prima seduta della Conferenza dei servizi sull'ampliamento dell'aeroporto di Firenze-Peretola. Valutazioni opposte dai primi cittadini di Sesto e di Firenze. Per il primo (contrario) l'esito è tutt'altro che scontato e il percorso lungo. Per Nardella l'Enac ha smontato falsità enormi. Ottimista il governatore Rossi

Il crollo di Genova è una tragedia umana, sociale, etica, ancor prima che tecnica. Il Paese (e ciascuno di noi) ha il dovere di interrogarsi seriamente sull’accaduto, sui fenomeni indotti, sulla disordinata e penosa reazione del mondo politico, quello a cui abbiamo delegato la nostra rappresentatività nel governare il «nostro» Paese. 

«L'obiettivo delle ditte è quello di avviare i primi test, con l'attraversamento completo della linea 2 con il tram, entro settembre. è un buon segno, perché ci fa ben sperare sulla possibilità di terminare i lavori al più presto» e «l'obiettivo può essere entro la fine dell'anno». Lo spiega il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un'iniziativa in Città metropolitana. 

La Toscana prova a fare un salto di qualità nel monitoraggio dei ponti di competenza degli enti locali. Dopo la tragedia del ponte Morandi a Genova del 14 agosto, la Regione insieme ad Anci, Upi e città metropolitana di Firenze adotta un protocollo di intesa che sancisce l'istituzione di un tavolo tecnico. L'obiettivo è di completare in sei mesi, massimo un anno, il check up di tutti e 5.000 i ponti delle 10.000 strade regionali, comunali, provinciali esistenti in Toscana.

Nel corso di un violento temporale, caratterizzato anche da raffiche di vento, un grosso cartello stradale è franato a terra in piena carreggiata nord, nella biforcazione tra Firenze e Livorno della Fi-Pi-Li, all'altezza delle uscite di Cascina e Pontedera-Ponsacco. Intanto dopo il crollo del viadotto Morandi anche in Toscana è partita la macchina dei controlli.