Infrastrutture

Ultimi contenuti per il percorso 'Infrastrutture'

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, è intervenuto a Lucca ed ha confermato che ci sono i finaziamenti per la nuova viabilità lucchese per gli assi nord-sud e est-ovest (per questo secondo lotto andranno però fatte delle modifiche nei progetti). I primi lavori potranno partire a fine 2017.
Inoltre Delrio ha dichiarato che nel 2019 sarà conclusa l'opera di raddoppio della linea ferroviaria Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio e che questo raddoppio comprenderà anche Pisa.

Mercoledì 23 dicembre si inaugura il nuovo tratto autostradale tra Bologna e Firenze. Sarà proprio il Presidente del consiglio Matteo Renzi, il primo a percorrere il nuovo tratto; un’opera attesa da oltre dieci anni, tanto discussa quanto importante e davvero necessaria per il Paese intero.

Dal prossimo autunno una nuova «talpa» riprenderà a scavare il tunnel dell'Alta Velocità per sottoattraversare Firenze, dopo le vicende giudiziarie che avevano bloccato «Monna Lisa», la precedente fresa ritenuta non conforme. Sono passati più di due anni da quando il 17 gennaio del 2013 la magistratura ha messo i sigilli al cantiere dell'alta velocità fiorentina alla stazione di Campo di Marte.

Un confronto su tutte le principali opere infrastrutturali previste in Toscana, per valutare tempi e impegni della loro realizzazione. Questo l'obiettivo dell'incontro che questa mattina, a Roma, il presidente della Regione Enrico Rossi ha avuto a Roma con Graziano Del Rio, da tre mesi ministro delle infrastrutture e dei trasporti. Era presente anche Giovanni Bonadio di Logistica Toscana.

La Regione prende atto della decisione del giudice del TAR Toscana che, in ragione della complessità delle valutazioni da svolgere per la prevista udienza del prossimo 10 giugno sulla sospensiva richiesta da Autolinee Toscane, ha «bloccato» fino a tale data la procedura per l'affidamento dei servizi del lotto unico regionale del trasporto pubblico locale.

In Italia per realizzare un'opera pubblica finanziata dalle politiche di coesione ci vogliono 4,5 anni, quale media tra i 7 della Sicilia e i 3,8 dell'Emilia Romagna. Contrariamente al senso comune, la Calabria, con 4,2 anni, è più rapida di diverse regioni del Nord, tra cui Liguria (5 anni), Veneto (4,6) e Friuli (4,7).

Completare il sistema della II Tangenziale di Prato, con questo obiettivo è stato firmato dall'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli e dal sindaco Matteo Biffoni un Accordo di programma tra Regione Toscana e Comune di Prato, un atto che permetterà il completamento dello stralcio 3b1 della II tangenziale della città.