Trasporti

Ultimi contenuti per il percorso 'Trasporti'

Sbloccato l'iter per la circonvallazione di Lucca. Al termine dell'incontro che si è svolto oggi a Firenze presso la presidenza della Regione, il ministro dei trasporti Maurizio Lupi e il presidente Enrico Rossi hanno dato l'annuncio: il governo stanzierà 80 milioni per la realizzazione dell'opera nel prossimo «decreto del fare» o nella legge di stabilità che vedrà la luce tra il 15 e il 20 ottobre prossimo. 

Il dolore unisce la Spagna e l’Italia. Lo ha ricordato ieri sera monsignor Julián Barrio, arcivescovo di Santiago de Compostela, che in occasione dei funerali delle 79 vittime della tragedia del treno deragliato il 24 luglio alle porte della capitale della Galizia, ha rivolto un messaggio di cordoglio e solidarietà “alle vittime e ai feriti dell’incidente dell’autobus avvenuto” domenica in Italia.

La giunta regionale ha espresso parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni, sul progetto sottoposto a Via di competenza statale riguardante l’ampliamento alla terza corsia dell’Autostrada A1 nel tratto Incisa – Valdarno, di lunghezza pari a 18,4 km (ricadente nei Comuni di Incisa Valdarno, Reggello, Figline Valdarno, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini).

«L’atto è coerente con la programmazione regionale ma, come più volte preannunciato, appare indifferibile la predisposizione di un nuovo programma pluriennale degli interventi sulla viabilità toscana: la deliberazione istitutiva è infatti del febbraio 2002 e si riferisce agli anni 2002-2007». Queste in sintesi le osservazioni espresse all’unanimità dalla commissione Controllo, presieduta da Paolo Marcheschi (FdI), sul programma pluriennale investimenti sulla viabilità di interesse regionale 2002/2007 e aggiornamento 2011, sullo stato di attuazione 2013 conseguente al monitoraggio del maggio dello stesso anno.

Il lavoro di riorganizzazione del servizio ferroviario sulla linea Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio va avanti e, dopo le approfondite valutazioni con le Amministrazioni locali interessate e con i comitati dei pendolari, stanno emergendo i tratti fondamentali del provvedimento che la Giunta regionale elaborerà dopo la sospensione della delibera 850 del 1 ottobre 2012.

La Regione è in campo per sciogliere i nodi dell'Alta velocità e chiama direttamente in causa il Governo nazionale. Lo fa in prima persona il presidente Enrico Rossi, intervenendo in Consiglio regionale nel dibattito sull'Alta velocità. Rossi chiama in causa il governo per «una più equa redistribuzione degli utili a vantaggio di un ammodernamento del trasporto locale e perché si preoccupi del nodo fiorentino dell'Alta velocità. Firenze e la Toscana ne hanno bisogno e siamo indietro».

«Una boccata di ossigeno per l’economia e un miglioramento e modernizzazione delle infrastrutture esistenti, con grande attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale. Abbiamo anche chiesto al Ministero la riduzione del limite di velocità a 100 km orari nei tratti di autostrada che attraversano Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Prato e Pistoia». Così il presidente della Regione Toscana commenta il progetto di Autostrade per l’Italia (Aspi) di ampliamento della terza corsia dell’Autostrada A11 nel tratto Firenze-Pistoia. Sul progetto la Giunta regionale ha espresso oggi parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni – in tema di qualità dell’aria, aspetti idraulici e idrogeologici, vegetazione ed ecosistemi e rumore – trasmesse al Ministero dell’Ambiente competente per la valutazione di impatto ambientale.