Internet

Ultimi contenuti per il percorso 'Internet'

Oltre il 22% dei giovani che frequentano le scuole superiori presenta un rapporto disfunzionale con il web. È il dato che emerge da uno studio effettuato presso la Fondazione policlinico universitario «A. Gemelli» Irccs - Università Cattolica del Sacro Cuore e pubblicato sulla prestigiosa rivista «Frontiers in Psychiatry».

L'Europarlamento ha respinto il mandato negoziale per poter predisporre una Direttiva Ue, ossia una legge che regoli il diritto d'autore nel mercato digitale. La materia tornerà in emiciclo a settembre per essere riesaminata. Molte le fake news circolate sull'articolato e molti gli interessi in gioco. Diversi anche i punti equivoci o variamente interpretabili del testo. Che certamente tocca un aspetto ormai essenziale della vita moderna.

Per gli utenti di Wikipedia Italia giornata nera: l'enciclopedia libera si è infatti bloccata per protestare contro la direttiva sul copyright, nell'agenda delle votazioni del Parlamento europeo in seduta plenaria il prossimo 5 luglio. Solidarietà è arrivata via twitter dal sottosegretario con delega all'editoria Vito Crimi.

Presentata l'indagine «Adolescenti e azzardo: cresceranno dipendenti?», condotta dalla Caritas di Roma su 1.600 giovani nelle scuole e nelle parrocchie della capitale. Dall'Ospedale pediatrico Bambino Gesù una guida per dare suggerimenti su come riconoscere e gestire il problema e indicare i percorsi terapeutici da seguire in caso di vera e propria dipendenza.

Possibilità di ottenere un contributo del Fondo sociale europeo fino a 3mila euro per i professionisti under 40 toscani che parteciperanno al Corso di formazione manageriale per data protection officer al CNR di Pisa per acquisire la conoscenza specialistica richiesta dal Regolamento UE 2016/79. Attestato di competenza per i partecipanti che superano l'esame finale. Circa 45mila gli esperti richiesti dal mercato della professioni. Scadenza il 2 luglio per richiedere i voucher alla Regione.

I quasi novanta giorni di stallo nella formazione del nuovo governo sono stati caratterizzati anche da un crescendo di commenti arroganti o offensivi sui social, senza alcun rispetto per le opinioni. «La sostituzione della “vecchia politica” con questa nuova che fa della rabbia e dell’insulto il suo pane quotidiano - scrive un lettore -, è la garanzia per la prosecuzione della crisi in Italia altrui».

Entra in vigore oggi il «Regolamento generale sulla protezione dei dati personali» (Gdpr, General data protection regulation). Nell'era digitale occorrono nuove forme di tutela della vita personale, ma anche - dopo lo scandalo Cambridge Analytica - della democrazia (elezioni Usa con interferenze russe...).