Internet

Ultimi contenuti per il percorso 'Internet'

Non lasciare i figli - bambini e adolescenti - soli davanti al web, ma accompagnarli: questo è il compito dei genitori secondo monsignor Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio consiglio per le comunicazioni sociali (Pccs), intervenuto oggi in Sala Stampa vaticana alla presentazione del Messaggio per la 49ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali.

In rete da oggi il nuovo sito del Convegno ecclesiale nazionale di Firenze (9-13 novembre 2015) sul tema «In Gesù Cristo il nuovo umanesimo». L'impatto che predomina - in sintonia con gli standard più moderni e aggiornati del settore - è quello visivo. A guardarci dentro, già emerge tutta la ricchezza dell'elaborazione ecclesiale e culturale che si è messa in moto nel Paese.

«È oggi online il nuovo sito web www.firenze2015.it, «il luogo di convergenza di chi si sta preparando al Convegno ecclesiale nazionale di Firenze 2015 ‘In Gesù Cristo il nuovo umanesimo'. Un territorio digitale che connette le tante famiglie che compongono la grande famiglia della Chiesa di Papa Francesco e permette ai diversi volti della Chiesa incarnata e quotidiana di vedersi l'un l'altro e condividere il cammino».

Le pratiche comunicative virali «sono particolarmente significative per comprendere il corpo sociale», fenomeno che ha visto un'«amplificazione» e una «significativa trasformazione» con l'avvento dei media digitali. Lo ha detto monsignor Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro televisivo vaticano (Ctv) e docente alla Luiss di Roma, inaugurando oggi a Firenze l'anno accademico della Facoltà teologica dell'Italia centrale.

«La Chiesa è presente nella Rete perché è chiamata ad accompagnare e a farsi prossima di ogni singolo uomo. Non si tratta di una strategia comunicativa, ma della risposta alla sua vocazione missionaria». Lo hanno ribadito una quarantina di vescovi ed esperti delle comunicazioni sociali delle Conferenze episcopali in Europa che si sono incontrati ad Atene su iniziativa del Consiglio delle Conferenze episcopali d'Europa (Ccee), per riflettere sul tema «La Comunicazione come incontro, tra autenticità e concretezza».

Nuovi immatricolati in aumento, sopratutto tra gli iscritti per le licenze in teologia biblica e teologia dogmatica; abbassamento dell’età media, aumento dei religiosi e dei seminaristi. Sono i numeri della Facoltà teologica per l’Italia centrale, che venerdì 14 novembre tiene il suo «Dies academicus» nell’aula magna del Seminario arcivescovile, in Lungarno Soderini 19.