Internet

Ultimi contenuti per il percorso 'Internet'

Nel suo messaggio per la 48ª giornata mondiale delle comunicazioni sociali («Comunicazione al servizio di un’autentica cultura dell’incontro»), che si celebra domenica 1° giugno, Papa Francesco ci offre almeno tre indicazioni preziose: una epistemologica, una ontologica e una metodologica.

Per la trasmissione radiofonica «Federalismo solidale», condotta da Paola Severini, va in onda oggi una puntata su «Bullismo, anonimato, territori», che prende spunto dai recenti fatti di cronaca che hanno riguardato gli adolescenti e i social network. Tra gli ospiti, Francesco Zanotti, presidente della Federazione italiana settimanali cattolici.

Il politologo toscano Roberto Cartocci analizza i cambiamenti intervenuti nella comunicazione politica (streaming, post, tweet, false conversazioni telefoniche, intercettazioni) e denuncia i limiti della politica-spettacolo «fatta solo di slogan che trovano facile sponda nei media». I limiti di una trasparenza male intesa. Le sirene dei populismi. I segnali di una democrazia «di bassa qualità».

"Questo è il primo messaggio di Papa Francesco per la Giornata delle comunicazioni sociali. Sono contenuti i grandi temi cari a Papa Francesco. Vanno ritmati e meditati in una dimensione comunicativa e alla luce di un testo evangelico, la parabola del Buon Samaritano". Lo dice il presidente del Pontificio Consiglio delle comunicazione sociali, monsignor Claudio Maria Celli. Tra i punti cardine del messaggio, il presule afferma che "la comunicazione deve farsi prossimità, vicina all'uomo e alla donna di oggi, alle volte soli e con grandi difficoltà. È un uomo ferito. Il Papa ci chiede che la comunicazione sia attenta, vicina, prossima al cammino dell'uomo di oggi". La seconda tematica molto forte è "l'incontro e anche l'incontro con Gesù Cristo".