Internet

Ultimi contenuti per il percorso 'Internet'

«Un ampio documento», «un testo condiviso» redatto con «un metodo a tutti gli effetti sinodale»: così il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei Vescovi, ha definito il documento finale del pre-Sinodo dei giovani che «costituisce una delle fonti che contribuiranno alla stesura dell’Instrumentum laboris per il Sinodo». Tre le parti del documento. Ecco i temi.

Oltre agli 831 archivi storici ecclesiastici censiti, dal prossimo 15 marzo il portale BeWeb della Chiesa italiana renderà interrogabile il patrimonio delle 529 biblioteche ecclesiastiche, anche di quelle che partecipano al Servizio bibliotecario nazionale del Mibact. Di questa novità ne abbiamo parlato con don Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio nazionale per i Beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Cei.

«Gli immigrati sono troppi», «hanno tutti il telefonino», «sono tutti terroristi», «ci rubano il lavoro», «non pagano le tasse», «basta salvataggi in mare»: sono alcune delle fake news smontate con dati, studi e argomentazioni dal sussidio «10 cose da sapere su migranti e immigrazioni» messo a disposizione on line da Caritas italiana, a cura dell’Ufficio politiche migratorie e protezione internazionale.

Il testo diventerà esecutivo in tutti i Paesi dell’Ue dal 25 maggio. I sindaci, da quella data, dovranno essere in grado di assicurarne e dimostrarne l’applicazione. Per quanto riguarda gli strumenti, scatterà l’istituzione del registro delle attività di trattamento. Nuove attività formative saranno disposte per il personale dei Comuni, mentre cambieranno i processi individuare i rischi collegati al trattamento dei dati

«Ogni giorno oltre 175mila bambini si connettono ad Internet per la prima volta, un bambino ogni mezzo secondo; nel mondo 1 utente su 3 è un bambino: i giovani rappresentano il gruppo di età più connesso. Nel mondo, il 71% di loro è online, comparato al 48% della popolazione totale». Sono alcuni dati diffusi oggi da Unicef in occasione del Safer Internet Day.

Il Papa nel messaggio per la giornata delle comunicazioni sociali 2018 si rivolge al «custode delle notizie» che, «nel mondo contemporaneo, non svolge solo un mestiere, ma una vera e propria missione». Nella «frenesia delle notizie e nel vortice degli scoop», il giornalista deve infatti «ricordare che al centro della notizia non ci sono la velocità nel darla e l’impatto sull’audience, ma le persone». Quanto alla chiave di lettura per prevenire e identificare i meccanismi della disinformazione, Francesco parla della «logica del serpente».