Isis

Ultimi contenuti per il percorso 'Isis'

Dall'Iraq la storia di due ragazzi coraggiosi, che con la loro scelta ci dicono che non tutto è perduto e ci riconsegnano un po' di quella speranza in un mondo di pace che quel Bambino, nato a Betlemme, porta da sempre con sé.

Drammatici i racconti di chi è dovuto scappare per sottrarsi alla mattanza dei miliziani dell'Isis. La Fondazione don Orione, grazie anche ai fondi stanziati dall'8x1000 della Chiesa italiana, riesce a dare un tetto a tante famiglie, anche musulmane. Si cerca di tornare a vivere ''normalmente'', ma si fa strada il dubbio sulla possibilità di rientrare a casa. Già si pensa di emigrare. Tardano gli aiuti.

Una svolta «positiva» nella vicenda di padre Hanna Jallouf, parroco di Knayeh (Siria), prelevato nella notte del 5 ottobre dal gruppo jihadista Jabhat al-Nusra e successivamente rilasciato ma con l'obbligo di restare nel villaggio in attesa di verificare l'accusa di collaborazionismo con il regime di Assad. Secondo quanto riferito al Sir da monsignor Georges Abou Khazen, vicario apostolico per i latini di Aleppo «ieri alcuni leader legati a Jahbat Al-Nusra, sono andati a trovarlo e hanno parlato con lui.

Il Vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, ha ricevuto questa mattina la graditissima visita del Vicario Apostolico di Aleppo, il vescovo Georges Abou Khazen e del suo predecessore mons. Giuseppe Nazzaro, entrambi francescani. I due vescovi sono stati accompagnati in una breve visita alla Cattedrale di San Lorenzo e al Museo d’arte sacra, prima di intrattenersi con mons. Cetoloni in un fraterno colloquio nel palazzo vescovile e consumare insieme il pranzo.